email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE / FINANZIAMENTI Italia / Stati Uniti

Netflix presenta la nuova sede italiana e i prossimi progetti

di 

- Reed Hastings, a Roma per i nuovi uffici, lancia film, serie, documentari e persino un reality che saranno prodotti dalla costola italiana del gigante dello streaming

Netflix presenta la nuova sede italiana e i prossimi progetti
Il fondatore e co-CEO di Netflix Reed Hastings, a Roma per i nuovi uffici

C'è stato anche uno scroscio di temporale a salutare l'apertura della sede Netflix di Roma, a due passi dalla Via Veneto della Dolce Vita. Inaugurazione in grande stile alla presenza di Reed Hastings, fondatore e co-CEO della piattaforma che conta in Italia una settantina di persone in vari ruoli.

”L’apertura dell’ufficio di Roma è un chiaro segno del nostro forte impegno a lungo termine in questo paese e ci permetterà di lavorare ancora più a stretto contatto con la comunità creativa italiana per realizzare una varietà di grandi show e film made in Italy", afferma Hastings. Che ha risposto anche alle domande scomode, per esempio sullo stop subìto dagli abbonamenti (ma in Italia sono in crescita, quasi a 5 milioni di sottoscrizioni) o sui 54 mld bruciati a Wall Street.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Reduce dai cinque David di Donatello, tra cui quello al miglior film per E' stata la mano di Dio [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Paolo Sorrentino
scheda film
]
, la società è anche molto impegnata sul terreno della parità e della gender equality, sia nei contenuti che nella forte presenza di manager donne, autrici e produttrici. Tra cui Viola Prestieri, Alice Urciuolo, Isabella Ferrari, Pilar Fogliati, tra le ospiti della mattinata accanto ad Alessandro Gassmann e Renato De Maria.

Tra le serie in arrivo spicca la nuova versione de Il Gattopardo (Indiana Production e Moonage Pictures), che si misurerà con il capolavoro di Luchino Visconti e con il romanzo di Tomasi di Lampedusa per la regia di Tom Shankland. Inganno (Cattleya, parte di ITV Studios) è un thriller sentimentale scritto da Teresa Ciabatti che gioca tra suspence, tabù e scomode verità sull’amore. Il nuovo progetto animato di Zerocalcare (Movimenti Production in collaborazione con Bao Publishing) ci riporta nell'universo del grande fumettista romano con sei episodi da circa mezz’ora che non sono un sequel di Strappare lungo i bordi. Lotto Gang (BIM Produzione e Feltrinelli Originals) narra l’incredibile avventura liberamente ispirata alla storia vera della più grande e geniale truffa al Lotto mai avvenuta, ambientata nell’hinterland milanese a metà degli anni ’90, che unisce azione e commedia all’italiana. Odio il Natale (Lux Vide, società del Gruppo Fremantle) vede Pilar Fogliati protagonista della prima serie italiana natalizia di Netflix che racconta le ansie di una trentenne che non è ancora "sistemata" e scopre nuovi valori oltre la pressione sociale.

La vicepresidente per le serie Tinny Andreatta precisa: “Vogliamo raccontare l’altra faccia dell’Italia, quella misteriosa, proibita, coraggiosa che sa far pensare e volare l’immaginazione”.

Molti i film annunciati: Rapiniamo il Duce (Bibi Film) è un ambizioso heist movie ricco di azione e di humour con la regia di Renato de Maria e con Pietro Castellitto, Matilda De Angelis e Isabella Ferrari, con una banda di delinquenti che decide di rubare il tesoro di Mussolini; Il mio nome è vendetta (Colorado Film) è un adrenalinico film di azione e sopravvivenza ambientato nell’Italia del Nord, scritto e diretto da Cosimo GomezLove & Gelato (HT Film), scritto e diretto da Brandon Camp, narra le avventure di una giovane americana alla ricerca di se stessa in una vacanza romana; Sotto il sole di Amalfi (Lucky Red) è il sequel 'adulto' di Sotto il sole di Riccione [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, diretto da Martina Pastori, al suo debutto alla regia; Per lanciarsi dalle stelle (Lotus Film), diretto da Andrea Jublin e ispirato all’omonimo romanzo, è la storia di una giovane donna che dopo la morte della migliore amica, proverà ad affrontare le sue più grandi paure.

Tra i progetti non fiction: Wanna (Fremantle Italy), Il caso Alex Schwazer (Indigo Film), Summer Job (Banijay Italia) il primo reality originale italiano Netflix condotto da Matilde Gioli.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy