email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

LOCARNO 2022 Cineasti del presente

Recensione: How Is Katia?

di 

- Il lungometraggio d'esordio di Christina Tynkevych racconta la storia di un'infermiera d'ambulanza che ha perso una figlia e cerca di farsene una ragione

Recensione: How Is Katia?
Anastasia Karpenko in How is Katia?

All'inizio del primo lungometraggio di Christina Tynkevych, How is Katia? [+leggi anche:
trailer
intervista: Christina Tynkevych
scheda film
]
, appena presentato nella sezione Cineasti del presente di Locarno, la trentenne Anya (Anastasia Karpenko) e sua figlia Katia (Kateryna Kozlova) visitano il cantiere del loro futuro appartamento, per il quale hanno ottenuto un prestito. Katia balla al ritmo di musica pop e chiede alla madre di comprarle un letto a baldacchino. Anya e Katia sono molto legate. Katia, nonostante sia una normale adolescente, preferisce addirittura non andare in gita a Lviv con la sua classe per risparmiare per l'appartamento, ma Anya le dice che non è necessario. Il loro sembra essere il rapporto ideale tra madre e figlia, fino a quando: Katia viene investita da un'auto mentre va a scuola. Dopo aver trascorso un po' di tempo in ospedale in terapia intensiva, la bambina muore e Anya deve affrontare l'orrore della perdita.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il debutto nel lungometraggio di Christina Tynkevych è nato da un cortometraggio presentato al Festival di Odessa qualche anno fa. Secondo la regista, il suo profondo interesse per questo tema, se sia possibile o meno sopravvivere al dolore dopo la morte di un figlio, l'ha spinta a realizzare un film più lungo a riguardo.

La figlia diciottenne di un candidato sindaco è responsabile dell'incidente stradale mortale del film, un aspetto che rende la storia il più possibile vicina alla realtà. In Ucraina, e non solo, casi del genere sono molto frequenti, con persone altolocate corrotte che vogliono evitare i processi. Anya deve affrontare non solo la corruzione nella polizia e nei tribunali, ma anche nell'ospedale in cui lavora. Deve attraversare diversi gironi infernali e si trova in un vicolo cieco quando la sorella la tradisce. Nemmeno il suo amante, che ha una famiglia, vuole aiutare Anya. Anya deve affrontare da sola il dolore della perdita, che la porterà a una delusione profonda nel finale.

Oltre a essere un film sulla corruzione, How is Katia? è anche una tenera dichiarazione d'amore di una madre per il proprio figlio, nonché un tentativo di capire se sia possibile liberarsi del dolore dopo una vendetta condizionata. Alla fine, il film torna al punto di partenza e, sebbene l'eroina non sia più la stessa, Tynkevych regala ai suoi spettatori un piccolo barlume di speranza.

Lo stile visivo del film, così come la forma della narrazione, ricorda la Nouvelle Vague rumena e la stessa regista ammette di essere stata influenzata da Graduation [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Cristian Mungiu
intervista: Cristian Mungiu
scheda film
]
, il film di Cristian Mungiu. Sembra che stia nascendo una nuova ondata ucraina di giovani registi, in grado di rappresentare adeguatamente il loro Paese nei festival cinematografici internazionali.

How is Katia? è stato prodotto da Evos Film.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese da Alessandro Luchetti)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy