email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

LOCARNO 2022 Locarno Pro

REPORT: Alliance 4 Development @ Locarno Pro 2022

di 

- Osserviamo da vicino quattro progetti presentati dal programma di co-sviluppo di Locarno Pro per film provenienti da Austria, Francia, Germania, Italia e Svizzera

REPORT: Alliance 4 Development @ Locarno Pro 2022
(© Locarno Film Festival / Ti-Press / Samuel Golay)

Cineuropa ha avuto accesso a quattro progetti interessanti presentati da Alliance4Development (A4D), il programma di co-sviluppo di Locarno Pro per film provenienti da Austria, Francia, Germania, Italia e Svizzera.

Durante i tre giorni dell'evento, che si è svolto dal 5 al 7 agosto, i rappresentanti degli 11 progetti selezionati hanno avuto l'opportunità di ricevere un feedback da parte di esperti internazionali sulle loro presentazioni, di partecipare a incontri individuali con potenziali partner e di prendere parte a seminari ed eventi di networking.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

A Song That Slays  - Mo Scarpelli (Italia/Stati Uniti)
Prodotto da Luigi Chimienti e Alessandro Amato per la compagnia italiana dispàrte e coprodotto dallo scrittore e regista Mo Scarpelli (El Father Plays Himself [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) per quella statunitense Rake Films, A Song That Slays è un dramma ambientato nel Kenya rurale. Segue la quindicenne Chesang, a cui è stato imposto di sposare un uomo molto più anziano, per ottenere in cambio del bestiame di cui la sua famiglia nomade ha disperatamente bisogno. La ragazza chiede allo yomöt, il dio del vento - che tutti temono, ma con cui lei ha un'amicizia segreta - cosa può fare per fuggire. Il dio le dice di trovare un fiore rosa che le rivelerà il suo destino. La ricerca di Chesang è ostacolata dalla violenza e dall'ira della sua comunità, che sospetta del suo potere e del suo legame con lo yomöt. Quando finalmente Chesang trova il fiore, scopre che è un veleno, da usare su chi vuole. Commentando la partecipazione del progetto a Locarno Pro, Scarpelli ha dichiarato a Cineuropa: "Siamo venuti a Locarno per incontrare potenziali co-produttori europei mentre continuiamo a sviluppare il film, e siamo usciti dai tre giorni trascorsi all'A4D con opzioni di co-produzione molto solide, ma anche con una calorosa solidarietà da parte degli altri partecipanti al progetto, e con molte idee creative per realizzare co-produzioni non tradizionali. Questo film nasce per esplorare la paura, il caos e il potere che si trovano all'interno di una ragazza. È il mio primo lungometraggio fiction dopo aver girato per lo più documentari, perché il realismo magico è il modo più onesto per ritrarre questo particolare segreto che è dentro di noi".

MoleculesVero Cratzborn (Francia)
Per salvare la sorella da una malattia degenerativa, Diane si sottopone ai primi test clinici di una molecola sperimentale. Nel laboratorio, trova finalmente una bolla di libertà. Ma potrebbe essere pericoloso tagliare il cordone ombelicale con la sua gemella. Questa è la premessa del nuovo film di Véro Cratzborn (La forêt de mon père [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Véro Cratzborn
scheda film
]
), prodotto da Thomas Lambert per la compagnia francese Tomsa Films. Lambert lo descrive come "una storia d'amore sulla fusione e sulla perdita, in cui la salvezza diventa una trappola". Inoltre, Cratzborn ha spiegato che: "Ancorato alla realtà, Molecules scivolerà verso la stranezza e un body horror intimo, brutale e diretto. [...] Combinerà la paura con l'umanità e l'emozione. Esplorerò un'altra dimensione della realtà attraverso immagini macro e microscopiche, per invitare a cambiare il nostro punto di vista attraverso la telescopia e l'ibridazione".

Orphée - Stéphane Riethauser (Svizzera/Francia)
Con un budget previsto di 3 milioni di franchi svizzeri, il nuovo lavoro di Riethauser (Madame [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) segue il giovane Leo, che viene assunto per danzare Orpheus all'opera e si innamora del famoso coreografo Matthias Stern. Il team creativo lo descrive come "un dramma intimo che celebra i misteri dell'amore".

"Locarno Pro è stata un'esperienza bellissima. Per prima cosa abbiamo incontrato il nostro co-produttore francese Thomas Lambert [di Tomsa Films] al villaggio di co-produzione a Les Arcs, e ora all'A4Development, pensiamo di aver finalizzato il nostro team per andare avanti nel processo finanziario della produzione. Gli incontri sono stati tutti interessanti e utili. [...] Siamo stati davvero felici di partecipare all'iniziativa per la conclusione della fase di sviluppo del nostro progetto", ha dichiarato Véronique Vergari, produttrice della compagnia svizzera Luna Films.

Guardate l'opera d'arte esclusiva qui sotto:

Element - Mariko Minoguchi (Germania)
Jorgo Narjes per X Filme Creative Pool (lo studio dietro a titoli come Amour [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Michael Haneke
scheda film
]
, Cloud Atlas [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
, Il nastro bianco [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Michael Haneke
scheda film
]
, Good Bye Lenin! [+leggi anche:
trailer
intervista: Wolfgang Becker
scheda film
]
, Frantz [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: François Ozon
scheda film
]
e la serie Babylon Berlin) produce il nuovo film di Mariko Minoguchi (Relativity [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
). Nel film, un giorno la marea si ritira in tutto il mondo e l'acqua della Terra rischia di scomparire; Mila, geofisica, viene incaricata di recarsi alla misteriosa fonte del disastro naturale nell'Oceano Atlantico e di fermare il disastro. Prima di poter scongiurare l'imminente fine dell'umanità, però, deve rendersi conto che la soluzione del mistero si trova nel suo passato traumatico. Minoguchi è co-sceneggiatore di Element insieme a Lukas Becker. Minoguchi e Narjes hanno dichiarato a Cineuropa: "A4D è stata una grande esperienza per noi, in quanto abbiamo potuto entrare in contatto con professionisti del settore come la leggendaria produttrice cinematografica Christine Vachon, oltre che con le principali agenzie di vendita e case di produzione internazionali con sede in Europa e negli Stati Uniti".

L'elenco completo dei progetti selezionati è disponibile qui.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese da Alessandro Luchetti)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy