email print share on Facebook share on Twitter share on LinkedIn share on reddit pin on Pinterest

TORINO 2022 Torino Film Industry

Al TFL Meeting Event 18 premi a sostegno di sviluppo e produzione

di 

- 315.000 euro in totale assegnati nella serata conclusiva del mercato di coproduzione che ogni novembre chiude il ciclo dei percorsi annuali di formazione del TorinoFilmLab

Al TFL Meeting Event 18 premi a sostegno di sviluppo e produzione
I vincitori del TFL Meeting Event 2022 (© Francesca Cirilli)

Un’atmosfera di grande intesa e affinità ha caratterizzato la serata di premiazione della 15a edizione del TFL Meeting Event, sabato 26 novembre, conclusasi con l’assegnazione di 315.000 euro, suddivisi in 18 premi a sostegno dello sviluppo e della produzione dei progetti TorinoFilmLab, anche grazie al supporto di diversi partner internazionali. Il mercato di coproduzione cinematografica che ogni novembre a Torino chiude il ciclo dei percorsi annuali di formazione del TorinoFilmLab, organizzato dal Museo Nazionale del Cinema, ha visto due mattinate di presentazione di 30 progetti di lungometraggio davanti a un’audience di 260 professionisti del settore e 630 meeting tra partecipanti e 140 potenziali co-produttori e partner con cui avviare collaborazioni e dare via alla realizzazione dei propri film.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Quattro i progetti che si sono aggiudicati il TFL Production Award, premio alla produzione di 40.000 € ciascuno. Weightless, della sceneggiatrice e regista tunisina naturalizzata italiana Sara Fgaier (due European Film Award per il Miglior Cortometraggio Europeo con Humble Italy e The Years) con il produttore Marco Alessi della Dugong Films è incentrato su un professore di etno-musicologia di 65 anni che combatte la sua battaglia contro l’amnesia che lo ha colpito. “Il FeatureLab mi ha dato molta fiducia nel progetto”, dice a Cineuropa Sara Fgaier. “E’ stato importante fare questo primo workshop a Varsavia, in cui per una settimana ci siamo confrontati con figure professionali diverse, da produttori a script editor e direttori della fotografia. Questo ci ha dato maggiore coraggio e libertà di fare certe scelte e cambiamenti nella sceneggiatura. Questi ultimi giorni sono stati altrettanto importanti per gli incontri one to one che abbiamo avuto”. Sullo stato di avanzamento del progetto, Marco Alessi aggiunge che ”dal punto di vista creativo, abbiamo una sceneggiatura che convince tutti i partner. Sul fronte produttivo, mettendo insieme tutti gli elementi del puzzle, speriamo di riuscire a girare per l’anno prossimo”. Sull’esperienza di Torino, Alessi spiega che “il FeatureLab è un unicum di eccellenza nel panorama mondiale dello sviluppo e del tutoraggio. Chi lo organizza sa esattamente quello che fa. La competenza sia nel settore creativo che produttivo è ai livelli più alti in Europa”.

Glory B, scritto e diretto dal greco Konstantinos Antonopoulos, insieme al co-sceneggiatore italiano Luigi Campi e con il supporto della produttrice Fani Skartouli con la Either/Or Productions, trasforma la storia vera dell’Imperatore Giustiniano in una commedia esistenzialista minimalista che esplora l’eterno paradosso del potere. Tra le coproduzioni già assicurate al film c’è quella della tedesca NiKo Film.

Il terzo progetto premiato, Birth Right, è israeliano e racconta della diciottenne Nietszka che dopo aver scoperto al funerale del padre che lui era ebreo, scappa da Varsavia e da una madre opprimente e si unisce a un gruppo di teenager da vari Paesi dell’Europa dell‘Est in un viaggio in Israele alla ricerca delle radici. La regista e sceneggiatrice è Inbar Horesh, la produttrice Alona Refua con Green Productions. Horesh confessa a Cineuropa: “il lab per me è stato incredibile per molte ragioni, la prima è che scrivere un progetto è un lavoro solitario, io sto seduta da sola a casa e ci vuole molto tempo prima di vedere tutti gli altri sul set di un film. Condividere il tuo lavoro e le battaglie che devi affrontare come filmmaker con altri è qualcosa che ti fa sentire parte di una comunità e ti dà potere. E poi questa esperienza la fai assieme al tuo produttore. In altri residence a cui ho partecipato, guardavo il progetto solo dal punto di vista del regista. In questo caso, collaborare con la mia produttrice innalza il livello del film sia artisticamente che produttivamente”.    

Infine Dengue è l’opera prima dello sceneggiatore e regista indiano Prantik Basu, ispirato dalla sua personale esperienza di crescere come giovane gay a Calcutta. Il produttore Tanaji Dasgupta riferisce la sua esperienza a Cineuropa: “Questo Lab è stata la cosa più importante nel percorso di questo film: lo script ha ricevuto così tanti apprezzamenti! I feedback dei mentor e l’atmosfera nel gruppo che ha lavorato ai suoi cambiamenti da giugno ad oggi ci ha aiutato a crescere ed esplorare le varie possibilità. Il progetto è nella fase finale di sviluppo, grazie all’impulso del TFL inizieremo a girare alla fine del 2023”.

I premi:

FeatureLab

TFL Production Awards (da 40.000 €)
Birth Right - Inbar Horesh (Israele)
Produttrice: Alona Refua
Dengue - Prantik Basu (India)
Produttore: Tanaji Dasgupta
Glory B - Konstantinos Antonopoulos (Grecia)
Produttrice: Fani Skartouli
Weightless - Sara Fgaier (Italia)
Produttore: Marco Alessi

ARRI Award (10.000 € per la realizzazione del concept visivo)
Al fondo a la derecha - Marta Hernaiz Pidal (Messico)
Produttrice: Rosa Galguera Ortega

Sub-ti Access Award (fino a 5.000 €)
Burning Well - M.G. Evangelista (Filippine/India/Stati Uniti)
Produttrice: Karishma Dev Dube

Sub-ti Award (fino a 2.000 €)
Al fondo a la derecha - Marta Hernaiz Pidal

ScriptLab

Eurimages Co-production Development Award (20.000 €)
Sealskin - Irene Moray (Spagna)

Eurimages Special Co-production Development Award (20.000 €)
Warrior - Masha Kondakova (Ucraina)

CNC Award (8.000 €)
The Boy and the Fight of Spiders - Jarell Serencio (Filippine)

EWA Network Female Voices Award (1.000 € + 1 anno di membership)
Doruntina Basha - Bleach (Kosovo)

TFL - Premi speciali per la sostenibilità

TFL White Mirror Award (3.000 €)
A Year Without Summer - Flurin Giger (Svizzera)

Green Filming Awards (4.000 € per ogni progetto) in collaborazione con Trentino Film Commission
Abitanti - Kerstin Neuwirth (Austria/Germania)
Produttrice: Sophie Ahrens
Al fondo a la derecha - Marta Hernaiz Pidal
Glory B - Konstantinos Antonopoulos
Weightless - Sara Fgaier

Premi Extra

Post-Production Award (20.000 €)
The Sweet Bitterness of Ripe Pomegranates - Andrey Volkashin (Macedonia del Nord)
Produttrice: Elena Stanisheva

TFL Co-Production Fund - Creative Europe - sottoprogramma MEDIA (50.000 €) per la coproduzione tra società europee ed extra-europee
Viet and Nam - Minh Quý Trương (Vietnam/Germania)
Produttore: Scarlet Visions

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy