email print share on Facebook share on Twitter share on LinkedIn share on reddit pin on Pinterest

ANNECY 2024

Recensione: Spermageddon

di 

- I norvegesi Tommy Wirkola e Rasmus A. Sivertsen mettono in scena un gruppo di spermatozoi alla ricerca disperata di un ovulo da fecondare

Recensione: Spermageddon

Primo film di animazione creato in binomio dai norvegesi Tommy Wirkola e Rasmus A. Sivertsen, Spermageddon, proiettato in prima mondiale al Festival del film di animazione di Annecy nella sezione Midnight Specials, propone al pubblico di seguire le avventure stralunate, al contempo drammatiche ed incredibilmente divertenti, di un gruppo di spermatozoi pronti a tutto pur di portare a termine la loro missione. Conosciuto principalmente per lo splatter dominato da zombies nazisti Dead Snow [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Hansel & Gretel: Witch Hunters [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, rivisitazione horror violenta e camp della fiaba dei fratelli Grimm, Tommy Wirkola ha deciso di collaborare con il regista d’animazione norvegese Rasmus A. Sivertsen (Le Voyage dans la Lune [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Super Lion [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), per creare un musical animato sul sesso e la riproduzione raccontato dal punto di vista degli spermatozoi. Il risultato è decisamente spiazzante, una miscela esplosiva di umorismo, volgarità rivendicata ma anche tenerezza.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Spermageddon mette in scena le avventure di due adolescenti, Jens e Lisa, che dopo aver fatto sesso per la prima volta si trovano confrontati con una sorpresa non proprio gradita. Simen e Cumilla, due spermatozoi di Jens, sono infatti riusciti a superare innumerevoli ostacoli (preservativi e crema spermicida in primis) raggiungendo il tanto ambito ovulo. Spermageddon è una commedia irriverente che se ne infischia del soffocante conservatorimo che sta pericolosamente guadagnando terreno in molti paesi nei quali il film non sarà probabilmente mai proiettato. Pronti a sfidare qualsiasi tabu, i due creatori di quest’avventura arrapata vogliono che i loro protagonisti, Jens e Lisa, possano decidere liberamente del loro futuro, di quello che vogliono o non vogliono fare del loro corpo. Malgrado la tematica trattata, non certo mainstream o per famiglie, Spermageddon non vuole scioccare per scioccare, al contrario la storia dei due protagonisti è raccontata con un’inaspettata dose di tenerezza, come se l’immancabile goffaggine dell’adolescenza guidasse tutte le scene. Jens e Lisa sono inesperti ma anche determinati a imporre le proprie regole, al contempo spaventati e affascinati da esperienze che fino ad allora avevano solo fantasticato.

Spermageddon è impregnato di una sorta di dolcezza ingenua tipica dei film “per tutti” che affronta però tematiche non propriamente adatte per un pomeriggio al cinema in famiglia. Il contrasto funziona perfettamente e permette al film di non cadere nella trappola del cinismo e della volgarità gratuita. I personaggi sono decisamente accattivanti e il pubblico non può che partecipare con entusiasmo al loro viaggio della speranza, alla gara intrapresa per raggiungere un paradiso che alla fine forse non esiste nemmeno. Indimenticabile è la scena nella quale un ambiguo ed esilarante batterio (E. Coli) permette a Simen, Cumilla e i loro compagni di avventura di continuare il cammino grazie ad un raptus coprofago. La scelta di raccontare la storia come fosse un musical è molto azzeccata e sono proprio i momenti di deliziosa assurdità nei quali i personaggi cantano e coreografano i loro tormenti a trasformare il film in un vero e proprio UFO. Particolarmente azzeccata e coinvolgente a questo proposito è la scena nella quale una ginecologa canta le lodi della pianificazione famigliare.

Tommy Wirkola e Rasmus A. Sivertsen non indietreggiano di fronte a nulla ricordandoci con un esilarante avvertimento nei titoli di coda che è impossibile per degli spermatozoi viaggiare dall’apparato digerente all’utero (dopo il sesso anale). Spermadeggon è un film accattivante e irriverente che farà sicuramente ancora parlare di sé.

Spermageddon è prodotto da 74 Entertainment e venduto all’internazionale da Charades.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy