email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BERLINALE 2004 Concorso

Il segreto di Eric Rohmer

di 

- Applausi per il maestro francese, che ha conquistato il pubblico della Berlinale con Triple agent, ambientato in una tumultuosa Parigi di metà anni '30

Il segreto di Eric Rohmer

Molti gli applausi per Eric Rohmer, che con Triple agent ha conquistato il pubblico della Berlinale. Attenta e curata ricostruzione di un evento realmente accaduto, raccolto da un articolo che il regista francese aveva letto, anni fa, sulla rivista Historia, il film è ambientato nella Parigi di metà anni '30, scossa dai tumulti della Guerra Civile spagnola e del Fronte Popolare.
Un giovane generale dell'armata zarista si rifugia a Parigi, dove deve svolgere una complessa missione, ma la moglie simpatizza con i vicini comunisti. "Il film si basa su un segreto. Il rapporto fra moglie e marito è legato alla verità che si mischia alle bugie. Ho interpretato la storia, inventando dialoghi e caratteri, ma restando fedele al mio modo di fare film. Non è un film d'azione, ma di parole".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Buona accoglienza anche per Ae fond kiss [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Ken Loach, storia d'amore interraziale (fra un giovane pachistano ed una insegnante irlandese) dalle previdibili conseguenze ambientata a Glosgow. Il regista britannico, da sempre paladino del cinema socialmente impegnato, sembra però perdere il consueto smalto in una vicenda sin troppo prevedibile, ma ben girata e ben interpretata da Eva Birthistle e Atta Yaqub. "Ken sceglie gli attori che ritiene più simili ai suoi personaggi", dice la protagonista, Eva Birthistle," il suo metodo è di grande aiuto per noi. Abbiamo sviluppato la storia passo dopo passo, cercando di capire insieme l'evoluzione della sceneggiatura".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy