email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Austria

La Francia sbarca a Vienna

di 

Al via oggi a Vienna la settima edizione del Festival del film francofono, organizzato al cinema Votiv dall'istituto francese della capitale austriaca. Fino al 17 marzo, il programma propone 30 lungometraggi inediti in Austria, dei quali oltre 15 sono produzioni o coproduzioni francesi. Apre la rassegna, alla presenza del regista Patrice Leconte, Confidenze troppo intime.

In un paese tradizionalmente affezionato al cinema francese, come dimostrano gli incassi registrati da Monsieur Ibrahim e i fiori del orano [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(561.000 euro), I fiumi di porpora 2 (372.000), Deux frères (362. 000) e 5x2 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(312.000), il festival è un'occasione per preparare il terreno per le prossime distribuzioni. Quest'anno, c'è grande attesa per Brodeuses di Eleonore Faucher, Je suis un assassin di Thomas Vincent, per la coproduzione franco-belga Quand la mer monte di Yolande Moreau e Jeux d’enfants di Yann Samuell. In cartellone ci sono anche Lila a dit ça di Ziad Doueiri, Folle embellie di Dominique Cabrera, Venus et Fleur di Emmanuel Mouret e Viva Laldjerie di Nadir Moknèche. Spazio anche alla produzione belga, presente a Vienna con 25° en hiver [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Stéphane Vuillet e La femme de Gilles di Frédéric Fonteyne, mentre la Svizzera è rappresentata da Au Sud des nuages di Jean-François Amiguet.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie
(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy