email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

INDUSTRIA Ungheria

Media, si parte col piede giusto

di 

Dal maggio del 2004 l'Ungheria è ufficialmente membro del Programma Media e da un anno gode dei fondi dell'Unione Europea per le iniziative cinematografiche e audiovisive. Il responsabile del Media Desk ungherese, Eniko Kiss, ha tracciato un primo bilancio positivo in occasione di un'intervista al portale dell'industria cinematografica magiara, Hungarian Film.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Sul versante della distribuzione, numerose società ungheresi hanno già ottenuto il sostegno del Programma Media per la loro iniziativa di far circolare il cinema europeo nelle sale del loro paese. Tra di esse, le società Mokép, Budapest Film, SPI, Best Hollywood e Cirko Film, hanno permesso di vedere film come Les Choristes, Tais-Toi!, I fiumi di porpora 2, Schultze Gets the Blues [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, L’histoire du chameau qui pleure, Il giro del mondo in 80 giorni e Cops. Da notare che i distributori di differenti Paesi si possono unire nella domanda di finanziamenti, come è accaduto per Szép napok [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Pleasant days) di Kornél Mundruczó che ha coinvolto le società di nove diverse nazioni.

Tanti esercenti sono diventati membri del circuito Europa Cinemas, una appartenenza che apre la strada ai finanziamenti Media. E' il caso del cinema Bem di Budapest, del Belvárosi di Szeged e delle sale del Krúdy di Nyíregyháza. Inoltre, Odeon e Best Hollywood hanno ricevuto i fondi europei previsti per le uscite in dvd e vhs, un settore del quale hanno goduto finora solo Ungheria e Polonia tra i nuovi membri Ue.
Nel campo dello sviluppo di progetti, un documentario e tre fiction magiare sono stati selezionati nel 2004, mentre il sostegno Media alla formazione è stato assegnato a Katapult Film che in primavera a Budapest organizzerà un seminario internazionale sulla sceneggiatura. Infine, per quanto riguarda i festival, un contributo europeo è stato assegnato all’Anifest2, di scena a Budapest in dicembre per iniziativa di Szimpla Film. Ma i finanziamenti di Media sono destinati a crescere col tempo, una volta che i professionisti ungheresi conosceranno meglio il potenziale e le modalità di attribuzione dei diversi tipi di sostegno.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy