email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Francia

Chéreau e Huppert sulla Croisette?

di 

Si trovano per la prima volta insieme il regista Patrice Chéreau e l'attrice Isabelle Huppert che ha al suo fianco Pascal Greggory: Gabrielle, il nono film dell'autore di Intimacy è quasi pronto, dopo che anche il missaggio è stato completato all'inizio del mese. Il film potrebbe fare in tempo per essere presentato al Festival di Cannes, dove Chéreau ha già portato L’Homme blessé (1983), La regina Margot (premio della giuria nel 1994) e Ceux qui m’aiment prendront le train (1998), senza scordare che nel 2003 ha presieduto la giuria.
Ispirato a una novella di Joseph Conrad (Il ritorno), Gabrielle racconta la storia di una coppia piccolo-borghese che ha vissuto per dieci anni senza amore. All'uomo gli crolla addosso il mondo quando sua moglie lo lascia all'improvviso. Ma tornerà. Il film, che conta sull'apporto del direttore della fotografia Eric Gautier, era stato intitolato Trois soirées all'inizio della produzione, che è partita l'estate scorsa. La sceneggiatura è stata scritta dal regista insieme ad Anne-Louise Trividic. Gabrielle segna anche il nuovo sodalizio profesionale tra Isabelle Huppert e Pascal Greggory dopo La Vie Promise(2002) e Les Sœurs Brontë(1979).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Coproduzione europea tra Azor Films (90%), la società del regista, e l'italiana Albachiara (10%), Gabrielle è stato realizzato con un budget di 5,32 milioni di euro e con l'apporto dei nuovi fondi stanziati dal Centre National de la Cinématographie (CNC) per favorire la ricollocazione dei set all'interno dell'esagono. Sostenuto dal fondo Eurimages per una cifra che ammonta a 580.000 euro, il film ha anche ricevuto 280.000 euro dalla regione Ile-de-France e un apporto di 600.000 euro da Arte France Cinéma. Canal + ha comprato i diritti di pre-acquisto, mentre Studio Canal si occupa delle vendite all'estero che sono satete già portate a termine in Spagna, Svizzera, Benelux, Grecia e Italia (Mikado). Ma la società spera di allargare le vendite sotto i riflettori di Cannes.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy