email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

MEDIA Belgio

Con Cinergie alla scoperta del Belgio sulla Croisette

di 

Con Cannes, il nuovo numero di Cinergie propone uno speciale su tutti i film belgi sulla Croisette. Un buon contingente poiché oltre ai film dei fratelli Dardenne sono presenti molte coproduzioni, cortometraggi e sceneggiature da sviluppare. Inoltre, Cinergie propone varie interviste filmate: un incontro con Inès Rabadan alle prese con la postprduzione del suo ultimo film, Belhorizon, un altro con Vincent Lannoo il cui secondo lungometraggio Ordinary Men è in lavorazione, poi il seguito dell'imponente dossier consacrato al digitale con le interviste agli operatori Louis-Philippe Capelle e Paul Englebert, realizzate all'interno dellla nuova casa di produzione HoverLord.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Cinergie racconta anche i contenuti del dvd di Toto le héros con una intervista al regista Jaco Van Dormael, mentre Louis Henriot è il protagonista di un primo piano. La rivista parte anche alla scoperta di tre corti (Oh la la ! di Céline Novel, Alice et moi di Micha Wald e La Paille et la poutre di Eric Lacroix) e di due lungometraggi, tra cui La dernière s(c)ène di Boris Lehman, "il fratello belga di Jonas Mekas" (come recitava il catalogo della mostra al Centre Georges Pompidou di Parigi nel 2003). Da segnalare anche la pubblicazione di un libro di Olivier Smolders, Nuit Noire, di cui Cinergie parlerà per Cineuropa nel prossimo focus di fine giugno.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy