email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PREMI Scozia

I BAFTA celebrano le opere prime

di 

La scorsa notte a Glasgow quattro opere prime hanno vinto i riconoscimenti più importanti dei BAFTA scozzesi. Il già pluripremiato film di Gaby Dellal, On a Clear Day, con Peter Mullan nel ruolo di un disoccupato che tenta di ridare un senso alla sua vita attraversando la Manica a nuoto, ha vinto il premio al miglior film e alla migliore sceneggiatura (per Alex Rose). Il film, venduto da Icon Entertainment International è uscito in Inghilterra il due settembre, distribuito dalla Icon.
Festival di Annie Griffin, un film corale alla Altman, prodotto dalla Young Pirates Film con il supporto dell’UK Film Council, Film4 e dello Scottish Screen, ha ricevuto anche i premi per il miglior attore (Chris O’Dowd) e per la miglior regia. Il film è stato venduto all’estero da Portman Entertainment ed è uscito nelle sale inglesi lo scorso luglio, distribuito da Pathé Distribution.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Frozen [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, l’esordio cinematografico della scrittrice e regista Juliet McKoen, tra i cui lavori precedenti si annovera anche un corto vincitore del premio BAFTA/Kodak, Mavis And The Mermaid, ha vinto il premio alla miglior attrice, grazie alla notevole interpretazione di Shirley Henderson (Wilbur Wants To Kill Himself [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
). Nel film, prodotto dalla Liminal Films di Mark Lavender in Inghilterra e Zentropa Entertainment in Danimarca, Henderson interpreta il ruolo di una donna perseguitata dall’improvvisa scomparsa della sorella maggiore. Girato per la maggior parte in alta definizione in paesaggi dal vero a Fleetwood nel Lancashire, il film si avvale del meraviglioso paesaggio ghiacciato di Morecambe Bay come metafora visiva dello stato d’animo della protagonista. Le vendite estere sono gestite dalla Trust Film Sales di Copenhagen.
Il quarto grande vincitore della serata è stato Night People di Adrian Mead, che ha ricevuto il premio Cineworld del pubblico. Mead, che ha trascorso 20 anni della sua vita girando il mondo facendo il parrucchiere e il buttafuori prima di diventare regista, ha usato l’alta definizione per riprendere una Edinburgo notturna, in cui segue le vicende di personaggi accomunati dall’avere soltanto il tempo di quella notte per prendere una decisione che cambierà per sempre la loro vita.

Un altro premio importante, quello alla carriera, è stato consegnato al produttore scozzese Iain Smith, l‘artefice di titoli memorabili come Local Hero (1983), The Mission (1986), o, più di recente, Cold Mountain.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy