email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PREMI Italia

Moretti e Placido fanno il pieno di David

di 

Moretti e Placido fanno il pieno di David

La serata della 50esima edizione dei David di Donatello si è conclusa con il trionfo di Nanni Moretti. Il suo Caimano [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jean Labadie
intervista: Nanni Moretti
scheda film
]
ha rastrellato 6 tra i premi più prestigiosi (tra cui miglior film, miglior regista, miglior attore e miglior produttore). A Romanzo criminale [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Michele Placido
scheda film
]
di Michele Placido sono andati sette premi: per la migliore sceneggiatura, il direttore della fotografia (Luca Bigazzi), la scenografia, la costumista, il montatore e l'attore non protagonista (Pierfrancesco Favino). A Placido anche il David Giovani, assegnato dagli studenti delle scuole superiori d'Italia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"La giuria fatta in gran parte di gente di cinema penso abbia apprezzato le qualità cinematografiche de Il Caimano, non credo che si siano lasciati influenzare dall'aspetto politico del film, messo in evidenza dai titoli dei giornali", ha commentato Moretti con i giornalisti a fine serata.

Su 10 candidature, porta a casa un solo David Notte prima degli esami, la sorpresa al botteghino della stagione, che ha vinto il premio per il miglior regista esordiente, Fausto Brizzi. Ce l'ha fatta alla sua terza candidatura Valeria Golino, premiata come migliore attrice protagonista per La guerra di Mario di Antonio Capuano. Al film è andato anche il premio della Torino Film Commission. Un solo riconoscimento su 6 nominations invece per La bestia nel cuore [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
che ha vinto il David per la migliore attrice non protagonista, andato ad Angela Finocchiaro.

Miglior film dell'Unione europea è stato decretato Match Point di Woody Allen, prodotto da BBC Films mentre miglior film straniero è Crash - Contatto fisico di Paul Haggis.

Questo l'elenco dei premi:
Miglior film, Il caimano di Nanni Moretti;
Miglior regista, Nanni Moretti per Il caimano;
Miglior regista esordiente, Fausto Brizzi per Notte prima degli esami;
Migliore sceneggiatura, Stefano Rulli, Sandro Petraglia, Giancarlo De Cataldo con la collaborazione di Michele Placido per Romanzo criminale;
Migliore produttore, Angelo Barbagallo e Nanni Moretti per la Sacher Film con Il caimano;
Miglior attrice protagonista, Valeria Golino per La guerra di Mario;
Migliore attore protagonista, Silvio Orlando per Il caimano;
Migliore attrice non protagonista, Angela Finocchiaro per La bestia nel cuore;
Migliore attore non protagonista, Pierfrancesco Savino per Romanzo criminale;
Migliore direttore della fotografia, Luca Bigazzi per Romanzo criminale;
Migliore musicista, Franco Piersanti per Il caimano;
Migliore canzone originale, Arrivederci amore ciao per Arrivederci amore ciao;
Migliore scenografo, Paola Comencini per Romanzo criminale;
Migliore costumista, Nicoletta Taranta per Romanzo criminale;
Migliore montatore, Esmeralda Calabria per Romanzo criminale;
Migliore fonico di presa diretta, Alessandro Zanon per Il caimano;
Migliore effetti speciali visivi, Proxima per Romanzo criminale;
Migliore film dell'Unione europea, Match point di Woody Allen;
Miglior film straniero, Crash di Paul Haggis; David Giovani, Romanzo criminale di Michele Placido;
Miglior documentario di lungometraggio, Il bravo gatto prende i topi, di Francesco Conversano e Nene Grignaffini;
Miglior cortometraggio, Un inguaribile amore, di Giovanni Covini
Premio dei critici: La guerra di Mario di Antonio Capuano.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy