email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2006 Eventi / Repubblica Ceca

"Il parlamento ha ucciso il cinema mondiale"

di 

C’è effervescenza al pavillon ceco sulla Croisette dove sono affissi volantini con su scritto "Il parlamento e il presidente Klaus hanno ucciso il cinema ceco". In effetti, martedì 23 maggio, i deputati cechi hanno bocciato la nuova legge sul cinema che doveva portare le risorse del fondo di sostegno pubblico ai film nazionali da 2 ai 12 milioni di euro, una cifra che avrebbe permesso (secondo un comunicato del Czech Film Center) di favorire le coproduzioni con altri paesi. La legge respinta permetteva di trattenere un 3% del costo dei biglietti nelle sale e dai ricavi dell’homevideo. Dietro alla bocciatura della legge ci sarebbero le televisioni private straniere, è affermato nel comunicato che parla anche del sospetto di corruzione.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

In segno di protesta il pavillon ha ha cessato ogni attvità. Una decisione presa da Jana Cernik, la direttrice del Czech Film Center che è co-finanziato dall’Associazione ceca dei produttori.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy