email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VENEZIA 2006 Orizzonti

I fantasmi di Robbe-Grillet

di 

Qurantacinque anni dopo il Leone d'oro con L'anno scorso a Marienbad, da lui scritto e diretto da Alain Resnais, lo scrittore, sceneggiatore e regista Alain Robbe-Grillet è tornato alla Mostra di Venezia. Questa volta presenta come evento della sezione "Orizzonti" il suo nuovo film, C'est Gradiva qui vous appelle [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, una pellicola che prende spunto dallo studio di Wilhelm Jensen sulla Gradiva, un bassorilievo di una donna dell'epoca romana che negli anni ha scatenato la fantasia di studiosi come Freud e di scrittori e registi, tra i quali la Duras.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Il padre del Nouveau Roman ha scelto di ambientare la sua storia in Marocco, dove lo storico dell'arte John Locke (James Wilby) sta cercando di approfondire il periodo orientalista del pittore francese Delacroix. Troverà schizzi e disegni inediti tutti legati a una donna che lo studioso aveva visto in passato sotto forma di statua. Ne nascerà una vera e propria ossessione che lo porterà in un viaggio, per lo più onirico, alla ricerca di questa donna. "L'uomo - ha raccontato Robbe-Grillet nella conferenza stampa veneziana - può avere relazioni solo con donne di pietra, quelle reali che gli si presentano davanti lo paralizzano". Nel ruolo della "Gradiva", c'è l'attrice Arielle Dombasle, "per la quale ho scritto questo film", ha detto Robbe-Grillet.

Coproduzione franco-belga tra Les Films du lendemain e Z production, il film, che è rivenduto all'estero da Wide Management, sarà distribuito in Italia da Ripley's Film.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy