email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

INDUSTRIA Belgio

Kinepolis Group: i Claeys escono dalla società

di 

Fondata nel 1988 grazie all’associazione di due famiglie, il gruppo Bert e il gruppo Claeys, che ha portato nel 1997, alla fusione, Kinepolis Group si ritrova oggi in mano ai Bert, con Joost Bert come unico amminstratore delegato. I Claeys, che detenevano il 25%, si ritirano quasi totalmente dalla struttura. Conservano solo l’1,92% delle loro azioni, piazzano il resto a degli investitori istituzionali e cedono un piccolo pacchetto di azioni ai Bert che diventano azionisti di maggioranza. La loro partecipazione potrebbe raggiungere il 40%.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Questi cambamenti arrivano in seguito alla pubblicazione all’inizio del mese di settembre dei risultati estremamente positivi della società, che registra nella prima parte del 2006 ricavi netti di 7,5 milioni di euro (come paragone, Kinepolis aveva guadagnato 8,1 milioni l’anno scorso), un risultato di 13,6 milioni di euro attraverso l‘esercizio (11,8 milioni di spettatori) e un tasso di frequentazione in crescita del 10%.

Mentre il gruppo continua a svilupparsi in Belgio (il decimo complesso è stato da poco aperto a Bruges, un altro è in via i sviluppo a Ostende) e in Europa (Nancy, Madrid e Granada), è stato annunciato in luglio l’accordo strategico con Technicolor Digital Cinema di Thomson, per attrezzare 130 sale del Belgio con proiettori Barco (23 sale a Nancy e Madrid sono già a punto). Una iniziativa che rende Kinepolis la società leader nell’attrezzatura digitale, nei servizi e nelle offerte alternative.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy