email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BERLINALE 2007 Svizzera

Forum elvetico

di 

Il Forum internazionale del cinema giovane della 57ma Berlinale (8-18 febbraio) accoglie tre lungometraggi di finzione e due documentari svizzeri. Dopo Lenz [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
l’anno scorso, Thomas Imbach torna a Berlino con I was a Swiss Banker (Bachim Film), in cui un consulente finanziario scopre l’amore eterno su un’isola deserta. Jeanne Waltz vi presenta il suo primo film di finzione, Pas douce [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jeanne Waltz
intervista: Pierre-Alain Meier
scheda film
]
(Thelma Film), dramma sentimentale interpretato dalla giovane attrice francese Isild Le Besco.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Vincitore del Premio del cinema svizzero nel 2005 con Accordion Tribe, Stefan Schwietert presenta Heimatklänge (Maximage Filmproduction), nuovo lungometraggio musicale sullo strumento più antico del mondo: la voce umana. La selezione conta anche Chrigu (Xefilms), che Jan Gassmann dedica a Christian Ziörjen, coautore di questa opera, morto di tumore al cervello durante le riprese. E una coproduzione minoritaria della società di Basilea Cineworx, Madonnen della regista tedesca Maria Speth, completa la presenza elvetica al Forum berlinese.

In attesa che sia svelato tutto il programma, ricordiamo la presenza dell’attore Nils Althaus (leggi l'intervista), distintosi come protagonista in Breakout di Mike Eschmann, che rappresenta la Svizzera alla decima edizione dei Shooting Stars (10-12 febbraio).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.