email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

DISTRIBUZIONE Svezia

Il cinema di casa torna a sorridere

di 

Quest’anno è iniziato in maniera eccellente per il cinema svedese, sia in casa che all’estero: cinque film sono attualmente in Top 10 ai botteghini domestici e altri sei (tra lungometraggi e corti) verranno presentati alla Berlinale.

I cinque film attualmente in Top 10 sono i film giovanilistici Rosa: The Movie di Manne Lindwall (al secondo posto dopo lo statunitense Una notte al Museo) e Lina’s Diary di Hella Joof (3); la commedia Göta Canal 2 (quarta con 800.000 spettatori dopo sei settimane); il dramma Underbara älskade [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Johan Brisinger, in settima posizione con circa 200.000 spetattori; e All About My Bush di Martina Bigert (10).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"Che inizio d’anno promettente!" ha commentato il Direttore dello Swedish Film Institute Cissi Elwin. "Sono da poco tornata da una visita al Göteborg Film Festival, che mi ha molto ispirato con la sua atmosfera, e le chiacchierate sul cinema svedese sono state molto interessanti. Ci sono filmmaker di grande talento qui in Svezia, e al Film Institute siamo impegnati per dare loro tutto il supporto possibile".

Nominata circa un anno fa responsabile dell’SFI, dopo un inizio di basso profilo, la Elwin ha ammesso il lento ma costante decremento del numero di spettatori per il cinema locale. Nel novembre scorso, ha annunciato un’ampia ristrutturazione all’SFI e il ripensamento delle strategie di produzione dell’organizzazione per realizzare meno film ma di migliore qualità.

La Elwin, che ha dovuto purtroppo cancellare il suo viaggio a Berlino per ragioni personali, non potrà celebrare la straordinaria presenza del cinema svedese nella selezione ufficiale del festival assieme al resto della delegazione e ai rappresentanti dell’industry.

Il premio Guldbagge Kidz in Da Hood [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Ylva Gustavsson e Catti Edfeldt sarà presentato nella sezione Generation KPlus, When Darkness Falls di Anders Nilsson in Panorama e altri tre corti sono in concorso nella categoria KPlus.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy