email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

USCITE Polonia

Il ritorno della commedia cult

di 

Stanisław Tym, attore polacco amato per i personaggi interpretati nelle commedie cult degli anni '70 e '90, passa dietro la macchina da presa. Il suo film Ryś – seguito della commedia Miś (lett. Orsetto) di Stanisław Bareja e Rozmowy kontrolowane (lett. I colloqui sotto controllo) di Sylwester Chęciński – esce oggi sugli schermi polacchi.

Rozmowy kontrolowane, il film di Chęciński del 1991, viene ricordato come la prima commedia a trattare un tema drammatico della storia della Polonia: la dichiarazione di guerra nel 1981. La dura realtà del regime comunista viene derisa in Miś di Stanisław Bareja, girato undici anni prima, nel 1980. I due titoli non avrebbero avuto tanto successo senza la creazione del ruolo principale – quello di Ryszard Ochódzki, direttore del club sportivo – interpretato da Stanisław Tym (anche autore della sceneggiatura dei due film).
Stavolta Tym ha diretto di persona il seguito della storia di Ochódzki, che in Ryś approfitta della nuova situazione politica in Polonia – il ritorno della democrazia e del liberismo – per diventare un uomo d'affari. Benché non faccia riferimento diretto a personaggi e situazioni politiche reali, la storia è una satira delle "malattie" della Polonia di oggi: il populismo, la corruzione, i problemi legati alla "lustracja" (le indagini condotte sugli ex collaboratori dei servizi segreti comunisti in Polonia), ecc.
Il film può contare su un buon cast. Tym vi ha riunito grandi attori polacchi: Rafał Królikowski, Krystyna Janda, Beata Tyszkiewicz, Grażyna Szapołowska, Krzysztof Globisz, Danuta Stenka, Marek Kondrat, Wiktor Zborowski e Jan Kobuszewski. Il lungometraggio è prodotto dallo Studio Jawa e da Forum Film Poland , che si occupa anche della distribuzione.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Sull'onda degli ottimi risultati ottenuti di recente dai film polacchi sul mercato locale – Dlaczego nie! [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(lett. Perché no!) di Ryszard Zatorski con più di 750 000 spettatori nelle ultime tre settimane, e Świadek koronny [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
/ Key witness di Jarosław Sypniewski e Jacek Filipiak, con 260 000 spettatori nel primo weekend – il film di Tym, attesissimo dal pubblico, si preannuncia un successo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy