email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Francia

L'Histoire de Richard O.: Odoul racconta le fantasie di Amalric

di 

Cominciate all'European Film Market del festival di Berlino, le vendite di L'Histoire de Richard O., il nuovo lungometraggio in post-produzione di Damien Odoul - regista distintosi nel 2001 alla Mostra di Venezia con Le Souffle (Gran Premio della Giuria e premio Fipresci nella sezione Cinema del Presente) - promettono buoni risultati. Interpretato da Mathieu Amalric, Stéphane Terpereau e 13 donne, il quinto lungometraggio dell'autore di Morasseix (girato nel 1992 e inedito fino alla sua presentazione nel 2004 alle Giornate degli Autori a Venezia), Errance (2003) e En attendant le déluge (Quinzaine des Réalisateurs nel 2004), racconta stavolta una ricerca erotica a Parigi nel mese di agosto.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La sceneggiatura, scritta da Damien Odoul, comincia con l'incontro in un bar notturno tra Richard O. (Mathieu Amalric) e una giovane donna la cui fantasia è quella di essere violentata. La donna gli chiede di esaudire il suo desiderio. In un primo tempo, Richard accetta. Poi rifiuta. Scoppia allora una lite furibonda tra i. Il racconto poi risale con alcuni flash-back a qualche settimana prima. Richard è in preda alla sua voglia di donne. Con il suo amico, il Grande (Stéphane Terpereau), va ad esplorare i misteri dell'erotismo, soddisfacendo desideri e fantasie sue e degli abitanti estivi di Parigi che incrociano la sua strada.

Prodotto da D.O.Films, la società del cineasta, L'Histoire de Richard O. è stato girato con una troupe ristretta e un piccolo budget, essendosi Odoul occupato anche delle inquadrature. La musica è firmata dal rappresentante dell'hip-hop d'avanguardia Buck 65. E Wild Bunch, che si occupa delle vendite internazionali, ha già fatto presa in Germania (Telepool), il Benelux (Les Films de L'Elysée), il Canada, la Corea del Sud e la Francia, dove Bac Films assicurerà la distribuzione nelle sale.

Mentre L'Histoire de Richard O. aspira a un posto tra i selezionati del prossimo festival di Cannes, c'è da segnalare che il suo attore principale, Mathieu Amalric (César 2005 al miglior attore per I re e la regina [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Arnaud Desplechin e molto apprezzato in Munich di Steven Spielberg), ha buone possibilità di ritrovarsi a maggio sulla Croisette con, a scelta, Le scaphandre et le papillon di Julian Schnabel (leggi l’articolo), Un secret di Claude Miller (news), Actrice di Valeria Bruni Tedeschi e La question humaine di Nicolas Klotz (articolo).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy