email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BOX OFFICE Estonia

Tanta strada per 186 kilometres

di 

186 kilometres [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, commedia nera di Andres Maimik e Rain Tolk, è il film estone di maggiore successo degli ultimi cinque anni, con 40.703 spettatori da quattro sale in due sole settimane.

Il film ha fatto registrare il secondo maggior incasso nel primo fine settimana di uscita per un film estone, e il quinto assoluto di tutti i film distribuiti nel paese, dopo La maledizione della prima luna, L’era glaciale 2: il disgelo, la pellicola estone del 2002 Names in Marble di Elmo Nüganen e Borat.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Maimik e Tolk sono diventati star della tv locale nel 2000 con lo show Esto TV, nel quale personaggi fittizi incontravano politici e celebrità reali creando situazioni assurde à la Borat. Girato con una vena satirica simile, 186 Kilometres è il loro esordio alla regia.

Tolk, Shooting Star estone 2007, il mese scorso, alla Berlinale (leggi interview), ha descritto così il film a Cineuropa: “La pellicola si basa su un’esperienza vera dell’attore estone Jan Uuspõld, che fa la parodia di se stesso nel film. Il cast è in parte formato da professionisti, in parte da celebrità (e fra queste il Presidente del Paese, Toomas Hendrik Ilves). È un classico road trip ma anche un film profondo e universale che parla di problemi legati all’alcol e al gioco, di bugie e di come un uomo possa diventare un’immagine mediatica invece di restare un essere umano”.

Il film è prodotto dalla compagnia di Tolk e Maimik Kuukulgur Film.

Oltre a 186 Kilometres, altri quattro film locali sono usciti quest’anno. Tra questi, il maggiore successo è stato il documentario statunitense-estone The Singing Revolution di James e Maureen Tust (oltre 15.000 spettatori). Il numero totale di spettatori di cinema estone nel 2007 è così salito ad oltre 580.000, più di un terzo del numero totale del 2006 (1.5 milioni).

Dopo gli eccellenti risultati dello scorso anno, che avevano visto i film locali raddoppiare la loro percentuale di mercato passando dal 5.12% del 2005 al 9.17%, il cinema estone è sulla buona strada per stabilire nuovi record per il secondo anno di fila. Un bel colpo per un paese che produce meno di 10 film l’anno.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.