email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Portogallo

IndieLisboa: il cinema indipendente a Lisbona

di 

IndieLisboa, indubbiamente uno degli eventi cinematografici più esaltanti del paese, torna domani per la sua quarta edizione con un programma di oltre 300 titoli. Il documentario musicale sperimentale austriaco Life in Loops del regista di origine tedesca Timo Novotny, è stato scelto per l'apertura, per dare, fin dal primo giorno, un'inequivocabile impronta indipendente al festival. IndieLisboa proietterà cinque film europei in competizione per il Gran Premio per il miglior film (€7,500), il più ambito tra i riconoscimenti che saranno assegnati nelle diverse sezioni.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Tra gli europei in concorso, figurano giovani talenti che si sono fatti conoscere in altri festival internazionali, come la regista ungherese Ágnes Kocsis, che presenterà Fresh Air [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, candidato alla Palma d'oro a Cannes l'anno scorso (leggi la news), lo svedese Jesper Ganslandt, in lizza con Farväl Falkenberg [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, drammatica storia di formazione presentata a Venezia lo scorso autunno, il francese Laurent Achard, eletto Miglior regista all'ultimo Festival di Locarno con Demented [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dominique Barneaud
intervista: Laurent Achard
scheda film
]
(leggi il Focus), il tedesco Stefan Krohmer con Summer '04 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Settimana dei registi 2006), e la svizzera Jeanne Waltz, con il film in lizza a Berlino Pas douce [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jeanne Waltz
intervista: Pierre-Alain Meier
scheda film
]
.

Una nuova generazione di registi tedeschi (come Christoph Hochhaeusler, Romuald Karmakar, Ulrich Köhler, Aysun Bademsoy...) saranno protagonisti della sezione parallela Independent Hero insieme al regista giapponese Shinji Aoyama. Un'altra sezione sarà dedicata ai sette titoli co-finanziati dal festival austriaco New Crowned Hope, lista che comprende, tra gli altri, il vincitore all'ultima Mostra di Venezia Daratt - Dry Season [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Mahamat-Saleh Haroun (leggi la news) e la coproduzione franco-taiwanese I Don't Want To Sleep Alone, imprevedibile storia d'amore diretta dal malese Tsai Ming-Liang (leggi la news).

Più commerciale, la sezione Observatory proporrà Angel [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, ultimo film di François Ozon (leggi l'intervista), e il cartone animato "trash" danese Princess [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Anders Morgenthaler, Ça brûle [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Claire Simon, il documentario Forever di Heddy Honigmann, From Far Away di Thomas Arslan, Death Of A President [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Gabriel Range, Wolfsbergen di Nanouk Leopold e i due titoli portoghesi Floripes di Miguel Gonçalves Mendes e Rio Turvo dell'habitué del festival Egdar Pêra.

IndieLisboa organizzerà anche la seconda edizione dei Lisbon Screenings: prime protoghesi (20-22 aprile), evento destinato a presentare a venditori, distributori, rappresentanti di festival e critici una selezione di nuovi film diretti da registi portoghesi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy