email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2007 Un Certain Regard / Francia

Un palloncino sui cieli della Croisette

di 

La sezione del Festival di Cannes Un Certain Regard si è aperta ufficialmente stamattina con la proiezione di Flight of the Red Balloon [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, l’atteso nuovo film di Hou Hsiao Hsien, che segna la prima incursione del filmmaker di Taiwan nella produzione di film in occidente. Il risultato è un film francese dall’approccio contemplativo e dalla lentezza lirica (tipica del cinema d’essai asiatico), che ha ricevuto un applauso entusiastico — sebbene non esaltato — alla fine della proiezione.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Tributo di Hou Hsiao Hsien a Le ballon rouge di Albert Lamorisse — Palma d'Oro come Miglior Cortometraggio a Cannes nel 1956 — il film narra la vita di Suzanne (marionettista interpretata da Juliette Binoche), che assume un giovane studente taiwanese di cinema (Song Fang) per aiutarla con il figlio di sette anni, Simon (Simon Iteanu). Come nel film di Lamorisse, il palloncino rosso segue Simon per le strade di Parigi, mentre il mentore del bambino inizia a far crescere quest’inattesa amicizia immaginaria.

I campi lunghi di Hou sul palloncino nei cieli parigini —mentre danza sui tetti grigi della città e intorno ai suoi monumenti più significativi — danno al film un’atmosfera ispirata, che si trasforma in una dichiarazione d’amore a Parigi. Oltre alla dimensione poetica, ad ogni modo, il film esplora i problemi quotidiani di Suzanne e, paradossalmente, diventa proprio qui più forte, riuscendo a comunicare con il pubblico. La Binoche offre una prova eccellente nel ruolo della madre schiacciata dai ritmi della vita e colta in una situazione amorosa insoddisfacente. In contrasto violento con i lunghi silenzi, l’attrice propone le migliori battute dello script, interrompendo gli altri personaggi, facendo esplodere emozioni contraddittorie, e riuscendo a colpire lo spettatore nelle scene in cui il suo personaggio da’ vita ad uno spettacolo di marionette — elemento scenico così caro agli altri film di Hou Hsiao Hsien, e ancora una volta presente.

Flight of the Red Balloon è il primo di quattro titoli che verranno prodotti nel programma di celebrazione del ventennale del Musée d'Orsay. L’unica condizione posta dal Museo è quella di apparire in ciascun film almeno una volta, condizione che Hou Hsiao Hsien rispetta inserendo, nel finale, una lezione che viene tenuta alla classe di Simon su "Le Ballon", quadro dell’artista svizzero Félix Vallotton, che si trova nel famoso museo parigino. Il quadro, che vede un bambino guardare ad un palloncino rosso e due donne nello sfondo, funge da metafora del plot stesso, ed uno dei compagni di scuola di Simon lo descrive gioioso e triste insieme, a causa del forte contrasto dei toni chiari e scuri.

Prodotto da Margo Films e Les Films du Lendemain, in co-produzione con Arte France Cinema e in partnership con il Musée d'Orsay, Flight of the Red Balloon è uno dei titoli più importanti della line-up di Film Distribution, che sarà venduto nel mercato cinematografico che si tiene parallelamente al festival.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy