email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FILM / RECENSIONI

Intrigo di provincia in Head Under Water

di 

In una piccola, idilliaca cittadina tedesca, il giovane Rico (Frederick Lau) viene tiranneggiato da Robert, la star della squadra di nuoto della scuola, che muore avvelenato da un bigné destinato a Rico. Si è trattato di omicidio? Di una reazione allergica? Perché il preside teme le indagini della polizia? E cosa nasconde l’insegnante Martin (August Diehl) a casa sua?

Il film di Andreas Kleinert, Head Under Water (Freischwimmer), inizia come un tipico film di genere americano, di quelli ambientati nei college, prima che “la storia diventi oscura e sempre più kafkiana, trasformandosi lentamente in un’opera europea che tocca generi diversi” dice il regista.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Quando altri omicidi cominciano ad aver luogo, diventa evidente che la pace e la tranquillità di questo piccolo paese sono legate ad uno dei temi principali del film. Rico è praticamente sordo senza il suo apparecchio acustico e quando lo toglie gli spettatori sentono solo i suoni soffocati che lui percepisce, mentre Martin lavora su un progetto artistico segreto che nessuno può vedere, nemmeno la sua fidanzata. Entrambi sono degli outsider alla ricerca del silenzio in una società che non li accetta e che perciò li sospetta dei crimini.

Lau dice che è stato relativamente facile per lui prepararsi per il ruolo: ”Ho sempre osservato le persone emarginate, e comprenderle significa semplicemente aprire gli occhi e chiederci come vivono il fatto di essere esclusi e cosa provano”.

Sotto il cielo assolato di questa “cittadina qualsiasi”, l’inquietante climax della storia viene rivelato solo qualche attimo prima della fine, quando anche l’unico personaggio veramente positivo è stato sacrificato. Questo, dice il regista cinematografico e televisivo, è il messaggio più forte del film: “Non puoi sopravvivere in questo mondo se sei un buono. Ciascuno di noi ha un lato oscuro che non rivela a causa delle convenzioni [sociali], e nella vita devi scendere a compromessi con alcune parti della tua interiorità per adattarti, fino a quando alla fine perdi tutto ciò che è buono”.

Head Under Water è stato prodotto con un budget di 1.5M€ (sebbene il regista sperasse di raddoppiare la somma) da Futura Films Weltvertrieb e Typhoon Films, con il supporto di WDR e del Filmstiftung Nordrhein-Westfalen. Kinowelt si occupa delle vendite internazionali.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy