email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

DISTRIBUZIONE Belgio

Entre Chien et Loup si lancia nella distribuzione con La Maréa

di 

Prodotto da Entre Chien et Loup, La Maréa del regista argentino Diego Martinez Vignatti è uscito la settimana scorsa in tre sale d'essai, a Bruxelles, nelle Fiandre e in Vallonia. Selezionato in numerosi festival, soprattutto in competizione ufficiale a Rotterdam, La Maréa è un'opera prima di finzione che racconta un lutto lacerante, quello di Azul (interpretata da Eugenia Ramirez Miori) che si rifugia in riva al mare dopo la morte accidentale del marito e del figlio. Direttore della fotografia, Diego Martinez Vignatti, che ha lavorato con Carlos Reygadas (Japon e Batalla en el cielo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Carlos Reygadas
intervista: Jean Labadie
scheda film
]
), aveva già diretto con successo un primo documentario, Nosotros, che l'aveva fatto conoscere come regista nel 2003, dopo selezioni prestigiose a Rotterdam e al Cinéma du Réel a Parigi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La Maréa è stato girato, in un certo senso, a ruota libera: "Abbiamo deciso di fare il film a settembre 2006", spiega il produttore Sébastien Delloye. "Ho ricevuto una bozza un mese dopo e abbiamo girato ad aprile, senza sceneggiatura. Ma il principio era proprio questo: girare in modo differente". Per distribuire questo film "d'autore magnifico ma piuttosto radicale", Entre Chien et Loup ha riattivato la sua struttura di distribuzione già esistente, Dreamtouch. "Pensiamo che al giorno d'oggi i grandi distributori non sappiano più lavorare con film del genere, sono sommersi e non hanno il tempo di valutare film piccoli come questo, di calibrare le uscite, di lavorare a monte. Noi abbiamo contattato le sale personalmente".

Altre due uscite sono previste per Dreamtouch entro la prossima estate: I'm from Titov Velez [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Teona Strugar Mitevska
scheda film
]
di Teona Sugar Mitevska, coproduzione con la Macedonia, selezionata a Toronto e al Panorama di Berlino, e Comme à Ostende di Delphine Leherricey, selezionato al festival di Locarno, entrambe produzioni di Entre Chien et Loup.

Compagno di avventure di Lucas Belvaux, di cui ha prodotto la maggior parte dei film (La Trilogie, Nature contre nature, La raison du plus faible [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), Entre Chien et Loup segue anche registi come Sam Garbarski (Le Tango des Rashevski, Irina Palm [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sam Garbarski
intervista: Sébastien Delloye
scheda film
]
) e Pierre-Paul Renders (Thomas est amoureux, L'uomo medio + medio [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
). Al momento, la casa di produzione fondata da Diana Elbaum ha buoni progetti in cantiere: Restless di Amos Kollek, Soleil Aveugle di Wang Bing e numerosi lungometraggi maggioritari: Les Barons, commedia firmata da Nabil Ben Yadir; il prossimo film di Sam Garbarski, l'adattamento del manga di Joru Taniguchi, Quatier Lointain; l'adattamento del romanzo di Amélie Nothomb, Cosmétique de l'ennemi, di Martin Coiffier, Souvenir di Bavo Defurne ed Emily Sunshine di Lieven Debrauwer (Pauline et Paulette [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Sweet Jam [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy