email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Italia

Paradiso perduto in Puglia

di 

“Ho fatto esordire molti giovani di talento, ma loro hanno una marcia in più, sono tra i più bravi oggi in Italia”: parola di Amedeo Pagani, che in attesa di completare il prossimo The Dust of Time di Theo Angelopoulos, tiene a battesimo Fine pena mai, l’opera prima di Davide Barletti e Lorenzo Conte (dopo molti corti, documentari e la docu-fiction Italian Sud Est, tutti realizzati insieme agli altri membri del collettivo Fluid Video Crew).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Tratto dal romanzo autobiografico “Vista d’interni” di Antonio Perrone (che l’ha scritto in carcere, dove sconta le condanne per mafia, traffico di droga, e omicidio), il film ricostruisce – tra i flashback e i flashforward del montaggio di Roberto Missiroli e Paolo Petrucci – la parabola di un malavitoso nel Salento degli anni ’80, e il paradiso perduto (come recita il sottotitolo) di un uomo che rinuncia alla tranquillità piccolo-borghese per sprofondare nell’inferno dell’eroina, delle bische clandestine e della criminalità organizzata.

Girato, col sostegno dell’Apulia Film Commission, sugli stessi luoghi di Italian Sud Est, il nuovo film rovescia la prospettiva del precedente: “avevamo raccontato una terra fantastica, onirica, pacificata”, spiegano i registi, “e volevamo completare il ritratto con il suo lato oscuro, rimosso”. Per farlo “avevamo bisogno di un libro che leggesse i mutamenti della società da un punto di vista intimo, ma insieme distaccato”.

Interpretato da Valentina Cervi nel ruolo della moglie di Perrone (“ho modellato il tono della voce sul suo, ascoltando le interviste”), il film ha coinvolto molti attori locali, impegnati anche come “dialogue coach” dialettali. Un clima “di grande libertà creativa, dove – ricorda il protagonista Claudio Santamaria – ciascuno di noi poteva dare il proprio contributo alla realizzazione”.

Co-prodotto dalla Classic di Amedeo Pagani con Verdeoro e la francese Paradis Film, con il contributo del Fondo Eurimages del Consiglio d’Europa e il riconoscimento d’Interesse Culturale Nazionale del MiBAC, Fine pena mai sarà nelle sale italiane il prossimo 29 febbraio, distribuito da Mikado in 40 copie.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy