email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

USCITE Francia

Il fenomeno Bienvenue chez les Ch'tis

di 

Il fenomeno Bienvenue chez les Ch'tis

Pathé Distribution lancia oggi nelle sale francesi in ben 788 copie la commedia Bienvenue chez les Ch'tis [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, secondo lungometraggio da regista dell'attore Dany Boon, che si preannuncia già come un campione d'incassi. Uscito la settimana scorsa in anteprima su 64 schermi nel nord della Francia, il film ha accumulato 455 000 entrate in cinque giorni. Interpretato dal regista (rivelatosi in Joyeux Noël-Una verità dimenticata dalla storia [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Christian Carion
intervista: Christophe Rossignon
scheda film
]
e Il mio migliore amico [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) e da Kad Merad (César 2007 per il miglior attore non protagonista per Je vais bien ne t’en fait pas [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), il film conta nel cast anche Zoé Félix (Le cœur des hommes [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) .

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Storia di un funzionario delle Poste trasferito in un piccolo villaggio del nord che viene a contatto con gli strani costumi della popolazione locale (gli Ch'tis, la loro lingua e la loro calda ospitalità incarnata da Dany Boon), Bienvenue chez les Ch'tis è una commedia che gioca con i cliché. Prodotto da Pathé Renn e Hirsch (che mostrano il loro eclettismo dopo aver collezionato César con Cous cous [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Hafsia Herzi
scheda film
]
) per un budget di 10,9 M€, il film ha beneficiato di 2,4 M€ d’investimento in pre-acquisto e coproduzione di TF1 Films Productions, e del sostegno del CRRAV.

Arrivano sugli schermi anche il thriller franco-americano Taken [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Pierre Morel con il britannico Liam Neeson e l'olandese Famke Janssen, su sceneggiatura co-firmata da Luc Besson (produzione guidata da EuropaCorp che assicura la distribuzione in 350 copie) e Coupable [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Laetitia Masson (Rezo Films – 28 copie), presentato per la prima volta al Panorama della Berlinale (articolo). Infine, Bac Films dispone 33 copie di Nightwatching [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del britannico Peter Greenaway, scoperto in competizione all'ultima Mostra di Venezia (articolo), Colifilms Diffusion riserva 5 copie per il documentario Algérie, histoires à ne pas dire... di Jean-Pierre Lledo, e Solaris Distribution lancia su due schermi la coproduzione franco-coreana Desert Dream [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. Titoli che questa settimana se la vedranno con un lungometraggio filippino e tre novità americane, tra cui There will be blood di Paul Thomas Anderson (Orso d'argento per il miglior regista a Berlino) con il premio Oscar Daniel Day-Lewis.

Da segnalare, sul fronte del box-office, l'ottimo debutto di Paris [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Cédric Klapisch (leggi l’intervista), che ha sedotto 611 000 spettatori in cinque giorni (Mars Distribution), il buon proseguimento di Asterix alle Olimpiadi [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, che sfiora i 6 milioni di entrate (Pathé Distribution), e la scommessa vinta dalla commedia Enfin veuve [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Isabelle Mergault, che supera i 2 milioni di biglietti staccati dopo sei settimane di programmazione (distribuzione Gaumont).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy