email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Francia

Un'ottima primavera per Mille et Une Productions

di 

Mentre Andalucia [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Alain Gomis (apprezzato alle ultime Giornate degli Autori a Venezia - articolo), si appresta a uscire nelle sale mercoledì, la società parigina Mille et Une Productions ingrana la marcia in vista della primavera. Due titoli in post-produzione saranno infatti pronti per un eventuale passaggio sulla Croisette (Je veux voir del duo Joana Hadjithomas - Khalil Joreige e Le plaisir de chanter di Ilan Duran Cohen) e ad aprile cominciano le riprese del primo lungometraggio di Mehdi Ben Attia, Le fil.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Partner fedele dei registi libanesi Joana Hadjithomas e Khalil Joreige (Autour de la maison rose, A Perfect day [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), la squadra di Mille et Une Productions, composta da Édouard Mauriat, Anne-Cécile Berthomeau e Farès Ladjimi, è all'origine anche di Je veux voir, un road-movie ambientato in Libano dopo i bombardamenti. Mischiando finzione e realtà, il film ha come protagonista Catherine Deneuve, che interpreta se stessa. Di passaggio a Beirut per una cerimonia ufficiale, l'attrice decide di accompagnare un attore locale (Rabih Mroué) in un viaggio al sud, verso il suo villaggio distrutto durante la guerra. Coprodotto da Abbout Productions, il film ha come direttore della fotografia Julien Hirsch (César 2007 per Lady Chatterley [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
).

Altra speranza per la Croisette: Le plaisir de chanter, quarto lungometraggio di Ilan Duran Cohen, regista distintosi con La confusion des genres (nomination al César 2001 come migliore attore per Pascal Greggory) e Les petits-fils (vincitore della sezione Orizzonti a Venezia nel 2004). Interpretato da Marina Foïs, Lorànt Deutsch, Jeanne Balibar, Julien Baumgartner, Nathalie Richard, Caroline Ducey e Dominique Reymond, il film, la cui sceneggiatura è stata scritta dal regista insieme a Philippe Lasry e Noémie Lvovsky, racconta di due poliziotti che lavorano sulla scomparsa di un'apprendista star di dieci anni. Un'inchiesta che li condurrà nell'universo delirante dei cantanti pre-adolescenziali, con una colonna sonora composta da brani internazionali riadattati in francese. Prodotto con il sostegno dell'anticipo sugli incassi del Centre National de la Cinématographie (CNC), Le plaisir de chanter sarà distribuito in Francia da Pyramide, che guida anche le vendite internazionali.

Mille et Une Productions ha in programma per il 2008 anche Le fil di Mehdi Ben Attia, le cui riprese cominciano il mese prossimo in Tunisia. Questo primo lungometraggio del co-sceneggiatore di Loin di André Téchiné e di La Vie privée di Zina Modiano, è interpretato da Claudia Cardinale, Mehdi Nebbou e Salim Kechiouche (nei panni di madre, figlio e amante di quest'ultimo) ed è ambientato in una grande villa con piscina. Un film sulla solitudine, sul desiderio e sul ricordo del padre che beneficia di un budget di circa 2,16 M€, tra cui 450 000 euro di anticipo sugli incassi del CNC.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy