email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Germania

Un incubo senza via d'uscita

di 

Un incubo senza via d'uscita

Dopo Green Desert nel 1999, Kebab Connection nel 2005 (entrambi vincitori di premi del pubblico in festival internazionali) e Where Is Fred? (2006), Anno Saul gira dal 26 marzo a Berlino il suo quarto lungometraggio, Die Tür (lett. "la porta").

A 45 anni, questo regista, originario di Bonn ed ex allievo della Scuola di cinema e di televisione di Monaco, si misura con un genere per lui nuovo, il thriller. Il protagonista è un pittore fallito che si sente responsabile della morte della figlia di sette anni. A un certo punto, quando tutto va a rotoli, gli si presenta la possibilità di un nuovo inizio. Ma quello in cui entrerà sarà un vero e proprio incubo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il ruolo principale di Die Tür è interpretato dal celebre attore danese Mads Mikkelsen (ora sugli schermi con Flame & Citron di Ole Christian Madsen, ampiamente distribuito questo weekend in Danimarca). Al suo fianco, i noti attori tedeschi Jessica Schwarz (Nothing but Ghosts, Warum Männer nicht zuhören und Frauen nicht einparken können), Thomas Thieme (il ministro in Le vite degli altri) e Heike Makatsch (Love Actually, Hui Buh).

Il film è prodotto da Ralph Schwingel e Stefan Schubert per l'importante società amburghese Wüste Filmproduktion (alla quale si deve Head On di Fatih Akin, FC Venus [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Emma's Bliss [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), in coproduzione con Christoph Müller (Senator Filmproduktion). Questo progetto è stato sostenuto dal fondo regionale Hamburg Schleswig Holstein, l'FFA (organismo di regolamentazione del cinema tedesco), il Medienboard Berlin-Brandeburg e il fondo federale DFFF.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy