email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2008 Scandinavia

Norvegia e Svezia in Un Certain Regard

di 

Bent Hamer, tra i filmmaker più noti di Norvegia nel circuito festivaliero, è stato selezionato per la sezione Un Certain Regard con il suo O'Horten [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, mentre la Svezia (già in selezione ufficiale l'anno scorso con You, the Living [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pernilla Sandström
intervista: Roy Andersson
scheda film
]
di Roy Andersson) sarà rappresentata da Involuntary di Ruben Östlund.

Per Hamer, sceneggiatore, regista e produttore, sarà la quarta volta a Cannes: tre dei suoi film precedenti sono stati infatti proiettati nella Quinzaine des Réalizateurs — il debutto Eggs (1995), Kitchen Stories (2003) e Factotum [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(2005) —.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Come Eggs e Kitchen Stories, O'Horten è una commedia nera sugli anziani, che segue le vicende di O'Horten (Bård Owe), conducente di treni al suo ultimo viaggio, da Oslo a Bergen.

Il film, costato 2.5 milioni di euro, è stato prodotto dalla BulBul Film di Hamer assieme all'abituale partner tedesco Pandora Film, e finanziato da Arte, dal canale televisivo norvegese NRK, da Scanbox (che si occupa delle pre-vendite per la distribuzione nei paesi nordici), e col supporto del Norwegian Film Fund e di Nordisk Film & TV Fond. Le vendite internazionali sono affidate a The Match Factory. La pellicola è uscita a dicembre in Norvegia, e ha ottenuto il Premio al Miglior Film della Film Critics Association norvegese.

Il successo di Östlund è invece legato al suo esordio, Guitar Mongoloid, vincitore di un Premio FIPRESCI al Moscow International Film Festival 2005. Involuntary è una tragicommedia sull'influenza dei gruppi sugli individui, ritratta in cinque diverse storie.

Lo script è stato scritto da Östlund ed Erik Hemmendorff, suo partner a Plattform Produktion. Maria Lundqvist interpreta uno dei ruoli principali. Il lungometraggio è prodotto da Plattform Produktion, con il finanziamento di Film i Väst, della rete tv svedese SVT, ed il supporto dello Swedish Film Institute. Le vendite internazionali sono affidate a The Co-production Office. SF si occuperà invece della distribuzione domestica in autunno.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy