email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VENEZIA 2008 Giornate degli Autori

Möderndorfer e il cupo Landscapes del suo paese

di 

Möderndorfer e il cupo Landscapes del suo paese

Presentato da Roberto Barzanti, presidente dell’associazione Giornate degli Autori, il secondo lungometraggio del regista e scrittore sloveno Vinko Möderndorfer Landscape No. 2 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
è stato accolto da un sentito applauso alla sua proiezione ufficiale oggi al Lido.

In questo thriller dai tanti riferimenti storici e momenti di tensione - anche erotica- che Möderndorfer ha adattato da un suo romanzo, l’anziano riparatore di elettrodomestici Polde (Janez Hočevar) e il suo giovane assistente Sergej (Marko Mandić) penetrano nell’abitazione di un anziano generale (Janez Škof) per rubare un quadro.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Quando Sergej inavvertitamente ruba anche un importante documento che dimostra le responsabilità di un massacro compiuto durante la II Guerra mondiale, il generale assolda un ex agente dei servizi segreti (l’attore bosniaco Slobodan Ćustić), che comincia una caccia spietata alla ricerca di Sergej e del documento.

Al consueto Q&A che segue il film, Möderndorfer ha definito i traditori come “la peggior specie tra i malvagi, relegati anche da Dante nel girone più profondo dell’inferno. Eppure altrettanto dannosi sono i politici di oggi che sfruttano gli eventi del passato, arrecando danno alle generazioni più giovani che non dovrebbero essere costrette a pagare ancora per le colpe dei genitori”.

Il regista sa che il tema del film è forte, così come alcune scene di sesso al suo interno, e spera davvero che questo provochi un dibattito. Motivo per il quale ha voluto che le scene di violenza nel film fossero più realistiche possibili: “Sapevo che solo con una violenza estrema come il sesso il pubblico avrebbe percepito l’intera storia come più plausibile, autentica” ha detto.

Anche gli attori sono stati apprezzati per le loro interpretazioni. Mandić e Custić in particolare, emergono come due poli estremi: un giovane edonista i cui piccoli tradimenti (di due fidanzate) fa da contrappunto ai più gravi tradimenti di un uomo che rappresenta il lato oscuro di una nazione che deve ancora fare i conti col suo passato, per poter essere in pace con se stessa.

Landscape No. 2 è stato realizzato dalla slovena Forum Ljubljana con 1.2 milioni di euro di finanziamento statale, un terzo dei quali sotto forma di servizi tecnici. Film Center Serbia ne è stato partner di minoranza (5%).

Le vendite internazionali del film sono affidate a Wide Management, che lo ha venduto qualche giorno fa all'italiana Ripley's Film. La pellicola uscirà in patria per Cinemania Group il 22 ottobre.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy