email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VENEZIA 2008 Concorso / Italia

Bechis nella terra dei diseredati

di 

Bechis nella terra dei diseredati

"Vogliamo solo un'opportunità per sopravvivere". Eliane Juca da Silva non trattiene le lacrime davanti ai giornalisti che hanno appena applaudito la proiezione del film di Marco Bechis Birdwatchers - La Terra degli Uomini Rossi [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. Eliane è uno degli interpreti del film appartenenti al popolo dei Guarani Kaiowà del Mato Grosso do Sul, nella zona centro-occidentale del Brasile. Per Eliane la vetrina internazionale della Mostra è la più grande occasione per far sapere al mondo che il suo popolo soffre per la perdita quasi totale della propria terra, disboscata e usurpata da coltivatori di prodotti transgenici e allevatori. Gli indio sono ammassati in anguste riserve, dice, e i casi di suicidio tra i giovani aumentano.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Partendo da quella che il filosofo Tzvetan Todorov definisce l'universale “problema dell'altro”, il regista italo-cileno noto per i suoi due film sulla dittatura argentina e i desaparesidos (Garage Olimpo e Hijos - Figli) è approdato al caso concreto dei Guarani Kaiowà, appreso attraverso le campagne dell'associazione internazionale Survival che difende le popolazioni indigene. "Non c'era bisogno di inventare granché sulla vicenda, dopo i miei numerosi viaggi e incontri nel Mato Grosso", spiega. "Ma era necessario costruire il film, definire la linea sottile tra documentario e fiction". Per questo, accanto ad attori professionisti (gli italiani Claudio Santamaria e Chiara Caselli, i brasiliani Matheus Nachtergaele e Leonardo Medeiros) Bechis ha utilizzato gli indio locali. Ribaltando lo schema di The Mission di Roland Joffé, dove i Guarani facevano da sfondo alle figure di Robert De Niro e Jeremy Irons, ha portato gli indigeni in primo piano, rendendoli protagonisti.

La scelta si è rivelata fortunata: il protagonista Abrisio Da Silva Pedro, che interpreta il giovane destinato a diventare uno sciamano e combattere il male incarnato dallo spirito Anguè; e Ambrosio Vilhalva, il leader del gruppo di indio che decide di occupare un pezzo di terra che gli apparteneva e sarà ucciso dai killer dei fazendero, offrono assieme agli altri una interpretazione che sottolinea efficacemente lo stridore dello scontro tra il Nuovo Mondo, fatto spesso di sopraffazione, e una spiritualità profonda e una cultura antichissima legate alla natura.

Produttore del film è Amedeo Pagani, che con Garage Olimpo di Bechis conquistò il David di Donatello come Miglior produttore nel 2000, e la brasiliana Gullane, in collaborazione con Rai Cinema.Birdwatchers - La Terra deglli Uomini Rossi esce domani in Italia distribuito da 01, e in Brasile il prossimo dicembre.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy