email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VENEZIA 2008 Giornate degli Autori

La Stella di Sylvie Verheyde brilla nel cielo di Venezia

di 

Un’altra standing ovation del pubblico delle Giornate degli Autori. Questa volta per il film Stella [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Sylvie Verheyde, autrice francese al suo terzo lungometraggio. L’attrice-sceneggiatrice-regista si è ispirata alla propria infanzia per realizzare questa straordinaria e commovente autobiografia.

L’undicenne Stella (interpretata dall’esordiente Léora Barbara) vive una vita turbolenta e vivace tra i frequentatori del bar dei suoi genitori in un quartiere operaio di periferia. Cattiva studentessa, quando comincia a frequentare la scuola media in un quartiere borghese, Stella si rende conto rapidamente degli svantaggi e dell’infelicità che la sua ignoranza e la sua apatia possono causarle. La sua prima vera amicizia con una bambina della sua età, la figlia di intellettuali argentini in esilio (Melissa Rodriguès), le fa scoprire un mondo fatto di libri, di musica e di sogni per il futuro, diverso da quello che conosce, fatto di ubriaconi, scommettitori e di risse.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Quando le è stato chiesto durante l’incontro, subito dopo la proiezione ufficiale, cosa abbia significato per lei girare questo film, la Barbara è scoppiata in lacrime e ha ringraziato la regista e la troupe prima di rifugiarsi in un abbraccio della regista. La giovane attrice ha ottenuto applausi scroscianti e meritati per una interpretazione impeccabile che regge per tutto il film.

La Verheyde ha spiegato che il progetto le ronzava nella testa da anni, ma è diventato concreto solo dopo l’ingresso alle scuole medie di suo figlio. La forza di Stella e la sua bellezza risiedono nell’equilibrio tra un’infantile innocenza e la consapevolezza della maturità, senza scivolare mai in facili nostalgie. Ha detto la Verheyde: “Ho mescolato la prospettiva di una ragazzina e, ovviamente, la mia interpretazione degli eventi da persona adulta. Ma il mio obiettivo era quello di trovare un giusto equilibrio tra le due cose, narrando la storia quanto più possibile attraverso lo sguardo di una bambina”.

Karole Rocher e il cantante-attore Benjamin Biolay vestono i panni dei genitori di Stella e Guillaume Depardieu interpreta in modo particolarmente toccante il tipo duro che si bea intimamente del fatto di essere la prima cotta di Stella.

Bruno Berthemy ha prodotto il film, costato 3.2 milioni di euro, per Les Film du Veyrier in co-produzione con Arte France Cinéma e WDR/Arte, con la partecipazione di Canal+, CineCinema e del National Film Centre, ed il supporto della Regione Ile de France, della Banque Populaire Images 8 e di Sofica Soficinema 3.

La pellicola uscirà il 12 novembre in Francia ed è stata venduta in Germania dal rivenditore Films Distribution.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy