email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Austria

Viennale: il meglio del cinema nella capitale austriaca

di 

Viennale: il meglio del cinema nella capitale austriaca

La Viennale, festival internazionale del cinema che si svolgerà nella capitale austriaca dal 17 al 29 ottobre, ha annunciato il suo programma, ricco di grandi nomi.

Tra i 71 lungometraggi recenti che saranno presentati (per la maggior parte in presenza dei registi) nei cinque cinema che partecipano alla manifestazione, la produzione francese è particolarmente ben rappresentata, fin dall'apertura, affidata al vincitore della Palma d'oro cannense di quest'anno, La classe [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Carole Scotta
intervista: Laurent Cantet
scheda film
]
di Laurent Cantet.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Gli appassionati di cinema francese potranno anche apprezzare, tra gli altri, Les Amours d'Astrée et de Céladon [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del maestro francese Éric Rohmer, La Frontière de l'aube [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Philippe Garrel, Un Conte de Noël [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Arnaud Desplechin, Le premier venu [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Jacques Doillon e L'Idiot, adattamento di Pierre Léon del classico di Dostoievski con Jeanne Balibar (che sarà presente a Vienna).

Da citare anche, tra i titoli europei in programma, il film premiato a Cannes Il matrimonio di Lorna [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Arta Dobroshi
intervista: Jean-Pierre et Luc Darde…
intervista: Olivier Bronckart
scheda film
]
dei fratelli Dardenne, i titoli catalani El cant dels ocells di Albert Serra e Eskalofrio di Isidro Ortiz, Jerichow [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Christian Petzold
scheda film
]
del bravo regista tedesco Christian Petzold, che ritrova qui l'attrice Nina Hoss (Orso d'argento per Yella [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), la coproduzione europea Liverpool dell'argentino Lisandro Alonso, il film italo-brasiliano La terra degli uomini rossi [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Marco Bechis e il film austriaco premiato a Locarno März di Händl Klaus. Quest'ultimo, come lungometraggio nazionale, concorrerà per il Premio di Vienna, mentre il Premio del pubblico organizzato dal giornale "Der Standard" è rivolto ai titoli di cui non è ancora stata stabilita l'uscita in Austria; il Premio FIPRESCI ricompensa invece le opere prime e seconde.

Il pubblico si vedrà proporre una ricca scelta di 64 documentari e 50 cortometraggi, oltre a una serie di retrospettive (proiettate al Filmmuseum) e di omaggi, in particolare a Werner Schroeter (di cui saranno presentati 14 film e in onore del quale Ingrid Caven, la musa di Fassbinder, darà un concerto), al distributore ed esercente viennese Franz Schwartz (per il quale sono stati scelti 24 film superbi, da Demy a Kaurismaki passando per Godard e Chris Marker) e a Bob Dylan.

Programmi speciali saranno inoltre dedicati al regista portoghese Miguel Gomes (tra gli ospiti del festival) e all'attrice austro-ungherese di inizio XX secolo Nora Gregor. La Viennale è completata da discussioni, concerti e altri eventi paralleli. Una piccola selezione di film farà il giro delle università della capitale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy