email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PREMI Francia / Germania

Il cinema tedesco a Parigi

di 

Il cinema tedesco a Parigi

Il Coup de coeur (lett. colpo di fulmine) del pubblico della 13ma edizione del Festival del cinema tedesco di Parigi, che si è concluso martedì, è The Invention of the Curried Sausage [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Ulla Wagner. Il film è valso a Barbara Sukowa il premio della migliore attrice al Festival di Montreal, per la sua interpretazione di una donna piena di vita che trasforma il suo appartamento in un'isola felice per il suo giovane amante, disertore nazista. Quando la guerra finisce, l'unico modo per trattenerlo con sé è nascondergli la verità. Questo film, lanciato in Germania l'11 settembre da Schwarz-Weiss, è prodotto da TAG/TRAUM Filmproduktion (che si occupa anche delle vendite internazionali), in coproduzione con la società berlinese Känguruh-Film e diversi fondi regionali e nazionali.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Tra la vasta scelta di film di qualità, un titolo in particolare, The Heart is a Dark Forest [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, è indicativo del talento della nuova generazione di registi tedeschi. Questo secondo lungometraggio da regista dell'attrice Nicolette Krebitz racconta lo stupore e lo sconcerto di una donna, moglie e madre, di nome Marie (ben interpretata da Nina Hoss), la quale scopre che il marito (Devid Striesow) ha una seconda famiglia. Il tutto nell'indifferenza generale degli altri personaggi e in un vortice di ricordi che porta a un'epilogo stile Medea, sullo sfondo di una festa in maschera notturna che ricorda l'ultimo Kubrick. Il dinamismo della fotografia (premiata dall'Associazione dei critici tedeschi) e l'accuratezza della sceneggiatura e dei dialoghi, sono stati particolarmente apprezzati dal pubblico parigino. Le vendite internazionali di questo film prodotto da X Filme Creative Pool sono affidate a The Match Factory.

Neanche il film di chiusura, A Year Ago in Winter [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
della regista Caroline Link (premio Oscar nel 2003 per Nowhere in Africa), ha lasciato indifferente il pubblico. La storia comincia con una madre (Corinna Harfouch) che commissiona a un pittore (Josef Bierbichler) il ritratto del figlio morto, per poterlo rivedere sulla tela accanto alla sorella Lilli (Karoline Herfurth), affascinante ballerina. Mano a mano che l'artista conosce questa famiglia e cerca le ragioni del suicidio del giovane per proseguire la sua opera, Lilli diventa il vero soggetto del quadro. E quando dai tratti del pennello (dolci come la fotografia del film) emergerà uno sguardo di complice tenerezza, la ragazza comincerà ad accettare la scomparsa del fratello. Le vendite internazionali di questo film prodotto da Bavaria e Constantin sono state affidate alla società francese Celluloid Dreams.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy