email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL DI ROMA Regno Unito

Summer, viaggio nei ricordi per Robert Carlyle

di 

Summer, viaggio nei ricordi per Robert Carlyle

Due uomini in cima a una collina guardano due giovani che si rincorrono a valle sulle loro bici. “Scommetti che arrivo prima io di loro?”, dice uno dei due, seduto su una sedie a rotelle, visibilmente malato. E non fa in tempo a dirlo che già si ritrova a ruzzolare di sotto, davanti allo sguardo allibito del suo amico.

Già da questa primissima scena, Summer [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, lungometraggio dello scozzese Kenneth Glenaan presentato al Festival di Roma nella sezione Alice nella Città, è tragicamente ironico: il soggetto è drammatico ma i personaggi non si prendono troppo sul serio, e così sarà per tutto il film. “Una tragedia con lieto fine”, la definisce il suo regista.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

I due protagonisti, Shaun e Daz, interpretati rispettivamente da Robert Carlyle (migliore attore al Festival di Edimburgo 2008) e Steve Evets, si conoscono da quando erano bambini. L'approssimarsi della morte di Daz porta Shaun a rivivere i ricordi dell'infanzia e dell'adolescenza trascorsi insieme, due età che si vorrebbero felici, ma a loro modo sofferte.

“La storia è ambientata nelle East Midlands, in quella parte dell'Inghilterra che più ha risentito della chiusura delle miniere in epoca thatcheriana”, spiega Glenaan. “Volevo raccontare una storia emotiva attraverso il contrasto tra paesaggi bellissimi e la desolazione di un contesto sociale dove la gente non ha denaro, la vita è 'piccola' e l'unico posto dove le persone possono viaggiare è dentro la loro mente”.

Ed è proprio questo excursus nel passato, segnato anche dall'amore per Katy (Rachael Blake), che permette allo spettatore di entrare in empatia con lo Shaun del presente, personaggio dalle emozioni trattenute, ben interpretato da un Robert Carlyle come sempre a suo agio nelle vesti di simpatico perdente.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy