email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL DI ROMA Italia

Il coraggio di una diciassettenne in La siciliana ribelle

di 

Il coraggio di una diciassettenne in La siciliana ribelle

"Prima di combattere la mafia devi farti un esame di coscienza e, dopo aver sconfitto la mafia dentro di te, puoi combattere la mafia che c'è nel giro dei tuoi amici. La mafia siamo noi e il nostro modo sbagliato di comportarci". Parola di Rita Atria, la giovane testimone di giustizia morta suicida sette giorni dopo l'uccisione del giudice Paolo Borsellino nel luglio 1992. A lei è liberamente ispirato La siciliana ribelle [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Marco Amenta, presentato al Festival di Roma nella sezione Alice nella Città.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il film racconta la storia di una ragazza cresciuta in una famiglia mafiosa che, appena diciassettenne, si presenta al procuratore di Palermo per vendicare l'assassinio del padre e del fratello, raccontando tutto quello che sa. Per la prima volta, un membro di una famiglia di Cosa Nostra si ribella apertamente all'organizzazione. Da quel momento, avrà i giorni contati.

"Sono cresciuto in Sicilia. I fatti che racconto sono ispirati a esperienze personali, ai miei incontri con personaggi positivi e negativi", ha detto il palermitano Marco Amenta, già autore di documentari e docufiction sulla mafia. "Per me è urgente raccontare questa storia oggi, in un'Italia che vuole allinearsi con gli altri paesi europei, ma che ancora non è riuscita a sconfiggere la criminalità organizzata".

Per rendere al meglio questa realtà, il regista ha scelto tutti attori siciliani; tra questi, Veronica D'Agostino nei panni di Rita, Lucia Sardo in quelli della madre che la rinnega, Paolo Briguglia nel ruolo del carabiniere che lavora a stretto contatto con il procuratore. Peccato che la parte di quest'ultimo sia affidata a un attore francese, Gerard Jugnot; peccato non per demeriti suoi, ma perché il doppiaggio stona.

Prodotto da R&C Produzioni ed EuroFilm, in collaborazione con RAI Cinema, La siciliana ribelle sarà distribuito in Italia da Istituto Luce; le vendite internazionali sono affidate a Roissy Films, che coproduce anche il film.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy