email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Francia

L’Europa dei 4 schermi

di 

Cinema, televisione, Internet e telefonia mobile: la moltiplicazione dei mezzi di diffusione sulla scia della rivoluzione digitale e il suo impatto sulla produzione dei contenuti sono al centro della seconda edizione del festival europeo dei 4 schermi, al via da oggi a Parigi. Guidata da Hervé Chabalier (direttore dell'Agenzia Capa e autore del libro Le dernier pour la route, attualmente oggetto di un adattamento cinematografico), la manifestazione propone fino a domenica un programma di 45 film, 3 concorsi, 12 conferenze e incontri alla MK2 Bibliothèque e alla BnF.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Sedici film mai distribuiti in Francia e accomunati dal fatto di riflettere la realtà di oggi compongono il programma Ciné - Télé, tra cui The Class [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
dell'estone Ilmar Raag, Correction del greco Thanos Anastopoulos, la fiction TV L'Ecole du pouvoir di Raoul Peck e documentari provenienti da Germania, Spagna, Ungheria, Regno Unito, Svizzera e Paesi Bassi. Opere che saranno giudicate da una giuria presieduta dall'architetto Jean Nouvel, affiancato, tra gli altri, dalla regista franco-islandese Solveig Anspach. In programma, altre due sezioni competitive: "Les vidéos Net - Mobile" e " Les images Phone reporters".

Quanto all'Università dell'immagine, il festival organizza una conferenza sulle sfide dell'audiovisivo nell'era digitale. Aperto da Aviva Silver (capo unità del programma Media), questo spazio di riflessione affronterà i temi "Nuove tecnologie e diversità culturale" (con Anne Durupty - Centre National de la Cinématographie (CNC)), "Le sfide del digitale per il pubblico" (con Philippe Reynaert - Wallimage), "Dispositivi fiscali, principio del paese d'origine vs produzione e distribuzione europee" (con Guy Daleiden - Fondo nazionale di sostegno alla produzione audiovisiva del Lussemburgo) e "Nell'era del digitale, quali politiche pubbliche per quale cinema europeo?" (con Katerina Besserova del ministero ceco della Cultura).

Le altre conferenze affronteranno i seguenti temi: "Gli operatori e la rivoluzione digitale" (con il finlandese Ismo Silvo della TV pubblica YLE e l'americano Jean-Briac Perrette di NBC Universal Digital Distribution) e "Gli Stati Uniti, l'Europa e il digitale" (con Xavier Couture - Orange). Infine, "Produrre per i 4 schermi: creazione e finanziamento", "Gli utenti dei 4 schermi: nuovi produttori?" e "Insegnare i 4 schermi: quale formazione per il futuro?" (con Nik Powell, direttore della National Film & Television School).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy