email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PREMI Svezia

Everlasting Moments guida le nomination ai Guldbagge

di 

Everlasting Moments guida le nomination ai Guldbagge

Everlasting Moments [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Jan Troell ha ricevuto il maggior numero (otto) di nomination ai Premi Guldbagge 2008 (i più importanti riconoscimenti cinematografici di Svezia), che saranno consegnati a Stoccolma il 12 gennaio 2009.

La co-produzione europea tra Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia e Germania concorre in tutte le categorie destinate alla fiction: Miglior Film, Regista, Sceneggiatura (scritta da Troell, la moglie Agneta Ulfsåter e Niklas Rådström), Attrice (la finlandese Maria Heiskanen), Attore (Mikael Persbrandt), Attrice non Protagonista (Amanda Ooms), Attore non Protagonista (Jesper Christiensen) e Fotografia (Troell e Mischa Gvrjusjov).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Il dramma è in lizza per un Golden Globe nella categoria Miglior Film Straniero, ed è il candidato svedese agli Oscar 2009. TrustNordisk si occupa delle vendite mondiali.

Tra gli altri titoli plurinominati ci sono Let the Right One In [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: John Nordling
intervista: Tomas Alfredson
scheda film
]
, pellicola vampiresca di Tomas Alfredson, e Involuntary [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Erik Hemmendorff
intervista: Ruben Östlund
scheda film
]
di Ruben Östlund, presenti in cinque categorie ciascuno, fra le quali Miglior Film, Miglior Regista e Miglior Sceneggiatura (John Ajvide Lindqvist e Östlund).

Patrik Age 1.5 di Ella Lemhagen è candidato nella categoria Miglior Attore (Gustaf Skarsgård) e Attore non Protagonista (Torkel Petersson), mentre le protagoniste femminili del dramma da camera Heaven's Heart [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, del danese Simon Staho, sono in corsa per due Guldbagge: Lena Endre (Miglior Attrice) e Maria Lundqvist (Attrice non Protagonista).

Tre pellicole si contendono il Premio al Miglior Film Straniero: Lust, Caution di Ang Lee, Non è un paese per vecchi dei Fratelli Coen e Il petroliere di Paul Thomas Anderson.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy