email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BERLINALE 2009 Mercato

Probst: EFM, nessun calo di presenze

di 

Malgrado il difficile clima economico di questi giorni, Beki Probst, Responsabile dello European Film Market (EFM) e Dieter Kosslick, Direttore del Festival di Berlino, hanno confermato ieri che la partecipazione dell'industria alla prossima Berlinale (5-15 febbraio) non subirà nessun calo.

"Siamo felici perché tutti gli stand delle location EFM [Martin-Gropius-Bau ed i nuovi uffici dell'EFM Marriott] sono stati prenotati. Le registrazioni di buyer e venditori europei, in particolare, sono stabili attualmente", ha dichiarato Probst.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Da parte sua, Kosslick ha lodato il dinamico direttore dell'EFM, che negli ultimi 20 anni "ha saputo suscitare una grande attenzione internazionale nei confronti dell'EFM" e dare "stabilità e consistenza" al mercato. Ogni anno, sono circa 6.400 i professionisti del cinema che partecipano all'evento.

Nel 2009, la novità maggiore saranno i tre piani di nuovi uffici del Marriott Hotel di Potsdamer Platz, creati per soddisfare la richiesta crescente di spazi espositivi. Gli uffici del Marriott saranno utilizzati anche per l'iniziativa dell'EFM Meet the Docs, piattaforma dedicata ai documentaristi, organizzata assieme allo European Documentary Network.

Meet the Docs completerà le collaborazioni già esistenti fra EFM e partner come la Fiera del Libro di Francoforte, Straight from Sundance, che presenta i recenti film indipendenti statunitensi, e il latino-americano Works-in-Progress.

Altra novità è l'introduzione di E-Cinema: film e video in digitale saranno convertiti nello stesso formato e diffusi da un unico server, per garantire la proiezione di file diversi fra loro in completa sicurezza. Nel 2008, circa 400 film in diversi formati sono stati presentati al festival e all'EFM.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy