email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BERLINALE 2009 Panorama

48 film in tre sezioni

di 

48 film in tre sezioni

Il programma della sezione Panorama del Festival di Berlino (5-15 febbraio) è al completo ed è composto da 48 titoli (17 nel programma principale, 15 in Panorama Special e 16 in Panorama Dokumente), di cui 35 prime mondiali e 13 opere prime.

L'Europa è rappresentata principalmente dalla Francia (in particolare con la coproduzione con il Belgio La journée de la jupe [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Jean-Paul Lilienfeld, La Barbe bleue di Catherine Breillat, Welcome [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: Philippe Lioret
scheda film
]
di Philippe Lioret e la coproduzione con la Germania The Countess [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Anna Maria Mühe
scheda film
]
di Julie Delpy), la Germania (Rückenwind di Jan Krüger e Ghosted di Monika Treut), la Spagna (Ander [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Roberto Castón e le coproduzioni El niño pez di Lucía Puenzo e Sólo quiero caminar [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Augustin Diaz Yanes), l'Austria (Der Knochenmann di Wolfgang Murnberger e la coproduzione franco-tedesco-austriaca Das Vaterspiel [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Michael Glawogger). Da notare, invece, l'assenza dell'Italia e la debole presenza del cinema scandinavo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Tra le ultime aggiunte al programma principale, il film tedesco Schläft ein Lied in allen Dingen (Sleeping Songs) di Andreas Struck, Strella di Panos H. Koutras (Grecia) e il titolo russo Russia 88 di Pavel Bardin (Russia). L'apertura è affidata, il 5 febbraio, a una produzione francese, Human Zoo, primo film da regista dell'attrice danese Rie Rasmussen, che racconta di una donna che, traumatizzata dal conflitto nei Balcani, scappa a Parigi.

Tra i nuovi acquisti di Panorama Special, invece, tre titoli asiatici, la coproduzione austro-tedesco-americana Short Cut to Hollywood di Marcus Mittermeier e Jan Henrik Stahlberg e il film norvegese Nord (North) di Rune Denstad Langlo, che aprirà il programma il 6 febbraio.

Infine, la sezione Panorama Dokumente accoglie altri sei titoli tedeschi e alcune (co)produzioni statunitensi. Quest'anno, la globalizzazione è uno dei grandi temi di questo programma.

Da sottolineare anche che in occasione dei dieci anni del Premio del pubblico Panorama, i film vincitori saranno nuovamente proiettati.

Per tutte le informazioni sui titoli della sezione Panorama, clicca qui.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy