email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Paesi Bassi

Trentenni in crisi al Rotterdam Film Fest

di 

Trentenni in crisi al Rotterdam Film Fest

Il regista argentino Alexis dos Santos ha presentato il suo secondo lungometraggio, Unmade Beds [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, all'International Film Festival Rotterdam (IFFR), dopo la sua anteprima mondiale al Sundance Film Festival. Il festival si è aperto mercoledì sera con la proiezione della produzione statunitense The Hungry Ghosts di Michael Imperioli.

Dos Santos è stato scoperto proprio all'IFFR, dove il suo film di debutto, Glue, aveva partecipato al Concorso nel 2006 (la pellicola era co-finanziata dallo Hubert Bals Fund). Quest'anno, il lungometraggio-collage sulla ricerca di identità di alcuni trentenni stranieri a Londra, è inserito nella nuova sezione dell'IFFR, Bright Future.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Unmade Beds, prodotto da The Bureau assieme a Film4, UK Film Council e EM Media, segue lo spagnolo Axl (Fernando Tielve) e la belga Vera (Déborah François), due fra i vari e colorati abitanti di un appartamento nella East London. Entrambi hanno un rapporto particolare con un personaggio senza nome (l'olandese Michiel Huisman), identificato nei titoli di coda come "X-Ray Man".

Con la stessa estetica modaiola del suo film d'esordio, ed una colonna sonora altrettanto significativa, Unmade Beds è la cronaca delle vite di ventenni che iniziano a capire che non è più possibile fare tabula rasa, e che le decisioni prese iniziano a modellare la loro personalità — lacerati fra il desiderio di godere gli ultimi attimi di una giovinezza spensierata e dare un senso alla propria esistenza.

Dos Santos, che collabora con gran parte della troupe del regista norvegese Joachim Trier (già autore di un altro film assai cool sulla ricerca di identità, Reprise [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Joachim Trier
intervista: Karin Julsrud
scheda film
]
, e del pluripremiato corto Procter), ha molte ambizioni, spesso eccessive per la materia filmica che propone.

Protagonist Pictures si occupa delle vendite internazionali.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy