email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PREMI Belgio

Namur premia il cinema magrebino

di 

Presieduta dal cantante del Québec, Robert Charlesbois, la giuria del Festival del film francofono di Namur ha consegnato il Bayard d’oro, che consiste in una somma di 5mila euro, al film algerino Rachida di Yamina Bachir Chouikh. Il premio speciale della giuria è invece andato a Québec-Montréal di Ricardo Trogi al quale è stato assegnato dalla SACD (Associazione francese di autori ed editori) anche il Bayard d’Or per la migliore sceneggiatura.
Bayard d’Or anche per l’attrice Hend Sabri e per Ahmed Hafiane per le loro interpretazioni nel film di Nouri Bouzid Poupées d’argile, una coproduzione della Tunisia, Francia e Marocco. Per il miglior documentario il Bayard d’Or è stato assegnato dal canale televisivo francofono internazionale TV5 al film di Idrissou Mora Kpai, Si-Gueriki, La Reine Mère (Si-Gueriki, la regina madre) realizzato grazie alla coproduzione tra il Benin e la Francia. Con questo premio del valore di 6mila euro, TV5 ha acquistato i diritti del documentario per trasmetterlo sulla propria rete mondiale. Il pubblico di Namur ha, invece, premiato il regista francese Luc Pagès per il suo A + Pollux.
La giuria di professionisti belgi, francofoni e olandesi, ha scelto il film di Luc e Jean-Pierre Dardenne Il figlio per rappresentare il Belgio nella categoria miglior film straniero ai prossimi Oscar che verranno consegnati a Los Angeles il prossimo 23 marzo. Presentato al Festival del Cinema di New York, Il figlio sarà distribuito negli Stati Uniti dalla New Yorker Films.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy