email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

INDUSTRIA Francia

Pirateria e cronologia dei media: le nuove disposizioni

di 

Dopo il Senato lo scorso ottobre, l'Assemblea Nazionale ha approvato giovedì sera il progetto di legge Creazione e Internet (leggi l'articolo). In caso di download illegale di film, la futura Alta autorità di protezione dei diritti su Internet (Hadopi) potrà chiedere la sospensione dell'accesso Internet da due mesi a un anno, dopo due avvertimenti (il primo via mail, il secondo via mail e/o lettera raccomandata).

Sostenuta da tutte le organizzazioni professionali dell'industria cinematografica francese, questa nuova strategia di lotta alla pirateria dovrebbe comportare, secondo le stime, 10 000 mail di avvertimento al giorno. Da notare anche che, per iniziativa del Club dei Produttori Europei e delle Associazioni dei Produttori Europei, 19 organizzazioni di oltre 14 paesi del Vecchio Continente si sono mobilitate per sostenere la legge francese e hanno lanciato una petizione contro la pirateria (leggi qui).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Durante l'esame del progetto di legge, i deputati hanno anche modificato la cronologia dei media, anticipando le uscite dei film in DVD a quattro mesi dopo l'uscita nelle sale (contro i sei mesi attuali). Un emendamento prevede anche la possibilità di scendere a tre mesi in caso di insuccesso del film nelle sale e con una deroga accordata dal Centre National de la Cinématographie (CNC). Al contrario, nel caso di una lunga carriera sul grande schermo, l'uscita DVD potrà essere posticipata previa conciliazione del mediatore cinematografico. Lo scaricamento legale dei film su Internet attraverso il VoD (Video on Demand) sarà sottoposto a queste stesse scadenze, a meno che le organizzazioni professionali non trovino un accordo entro il mese che seguirà la promulgazione della legge.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy