Corpo e anima (2017)
The Square (2017)
Loving Vincent (2016)
The Nothing Factory (2017)
Soleil battant (2017)
Beauty and the Dogs (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

email print share on facebook share on twitter share on google+

Rapporto industria: Animazione

Dai videogiochi ai film d'animazione

di 

- Carlos Astorqui è il direttore di produzione presso Ilion Animation Studios. Ilion Animation Studios è uno studio cinematografico specializzato in animazione, creato nel 2002 dai fondatori di Pyro Studios, una delle più importanti società di sviluppatori di videogiochi del mondo. Planet 51, il loro primo film in CGI, è uscito nell'autunno del 2009, distribuito negli Stati Uniti dalla Sony Pictures.

Come avete ottenuto una licenza mondiale per Planet 51?
Ci siamo prefissati degli obiettivi alquanto ambiziosi. Primo, volevamo che il film diventasse il più importante evento per famiglie del 2009, con una qualità ai livelli di Pixar o DreamWorks. Secondo, desideravamo creare un intero mondo intorno a Planet 51, realizzando un videogioco per console, giochi per cellulari, contenuti scaricabili, sviluppando un importante piano di licenza, ricercado partner pubblicitari in tutto il mondo, realizzando una colonna sonora accattivante, ecc. E tutto con delle strategie cruciali, prima fra tutte una distribuzione a livello mondiale, il che rappresenta una pietra miliare per un film spagnolo. Lanciare un film come Planet 51 senza una distribuzione globale non avrebbe avuto alcun senso. Oggi, metà della nostra squadra sta lavorando per distribuire il film in Giappone, ma non sarà un'impresa facile. Sony sta distribuendo il film negli Stati Uniti, TF1 in Francia, Entertainment nel Regno Unito. Abbiamo già toccato parte dell'Africa, l'Australia, il Canada, il Messico, ecc. Abbiamo il supporto delle più grandi nella distribuzione indipendente che ci sono al mondo. La seconda strategia era il fatto di poter contare su partner forti, specialmente negli Stati Uniti, che costituiscono il 40-50% del mercato, e noi abbiamo avuto la fortuna di avere Sony. Il film è stato proiettato in 3.500 cinema ed è uscito in occasione del Giorno del Ringraziamento, una festività molto importante.
Metteremo da parte Up e Mostri contro alieni, diventando il film di animazione di questo Natale. Facendo leva su delle strategie di marketing eccellenti, avvalendoci di tutti i possibili strumenti di promozione e di un budget alla pari di quello delle grandi produzioni, solo negli Stati Uniti spenderemo intorno ai 50 milioni di dollari per promuovere il film.
Un'ulteriore strategia consisteva nella ricerca di un partner forte nel settore dei videogame e abbiamo trovato Sega, che al momento è la migliore al mondo dopo Activision.
Abbiamo sviluppato un videogioco con Pyro Studios, che sarà disponibile due settimane prima dell'uscita del film. Verrà distribuito da SEGA e sarà disponibile per PlayStation, Xbox 360, Wii, Nintendo DS e probabilmente per PC. Una specie di Grand Theft Auto per bambini. Ci si può giocare in famiglia, ci si può avventurare in missioni aperte o più limitate, si possono scegliere vari tipi di veicolo, giocare con i personaggi del film e tanto altro ancora.
L'ultima strategia era quella di ottenere l'appoggio per la realizzazione di contenuti digitali mobili e abbiamo trovato un partner anche per questo: Zed, che opera a livello internazionale ed è un gigante del settore.
Ad esempio, uno dei prodotti che stiamo sviluppando è un gioco di automobili in Java. Abbiamo poi un gioco di piattaforme, stiamo creando un'applicazione per l'accelerometro dell'iPhone, abbiamo contenuti digitali, wallpapers, screensavers, suonerie, applicazioni, widgets, icone, iCards, avatar… Stiamo facendo un portale WAP per cellulari e stiamo lavorando a degli storefront per tutti i nostri partner di distribuzione. Ognuno di essi avrà un sito ufficiale di Planet 51, con uno storefront in cui Zed venderà i prodotti.
Allo stesso tempo, stiamo sviluppando con Zed un gioco multigiocatore online, in cui 35 o 40 bambini possono giocare contemporaneamente in ognuna delle stanze, con chat, giochi, flash, con la possibilità di personalizzare i personaggi, farsi un gruppo di amici, creare delle community ecc. Ovviamente sarà un gioco gratuito e il business sarà basato sugli articoli promozionali
Oltre alla distribuzione di Sony, Sega e Zed, abbiamo messo a punto un programma di licenze mondiale, per il quale ci siamo avvalsi dell'aiuto di Radar, l'ex squadra di New Line, che ha curato le licenze per Il signore degli anelli e La bussola d'oro. Stiamo lavorando a braccetto con loro e puntiamo a raggiungere le 100 licenze in tutte le categorie esistenti.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

State anche sviluppando i giochi?
Al momento stiamo testando delle macchinine e dei veicoli più grandi in cui è possibile mettere le bambole, come carri armati, jeep e camion. Stiamo realizzando una Rover telecomandata che può essere programmata per camminare intorno casa. Stiamo creando delle bambole dalle caratteristiche incredibili, che rispecchiano perfettamente i personaggi del film, e perfino dei pupazzetti in vinile dei personaggi principali, dato che si tratta di un articolo che attualmente sta riscuotendo un enorme successo.
La seconda maggiore categoria, dopo quella dei giocattoli, è quella dell'editoria, e noi abbiamo la collaborazione di Harper Collins. Produrremo otto articoli con loro, inclusi un libro di racconti e dei libricini di figurine intitolati "I can read", che rappresentano una delle loro linee per bambini più vendute.
Paese dopo paese, stiamo facendo di tutto e di più. Negli Stati Uniti abbiamo concluso un contratto per dei puzzle e delle magliette; in Francia abbiamo già diversi partner; in Spagna Italia, Portogallo e Grecia, con Planeta Junior, abbiamo lavorato a figurine, giocattoli, profumi, album da colorare, ecc.

Chi sono i vostri partner promozionali?
Avevamo già dei rapporti con i partner con cui stiamo lavorando. Per quanto riguarda il posizionamento dei prodotti, abbiamo l'appoggio di NASA, Burger King in tutto il mondo, e Volkswagen.
NASA non appariva in un film dai tempi di Space Cowboys, e noi abbiamo avuto l'autorizzazione a mettere il logo della NASA sulla tuta spaziale di Chuck. Inoltre, proprio loro ci affiancheranno nelle attività educative e nelle pubbliche relazioni.
Con Burger King abbiamo toccato 63 paesi, con un numero di giocattoli compreso tra i 14 e i 20 millioni.
Il film uscirà tra novembre e dicembre, con una potente campagna mondiale.
Come dicevo, abbiamo anche Volkswagen. Uno dei personaggi del film, Glar l'hippy, ha un furgoncino che noi abbiamo personalizzato, e Volkswagen ci ha permesso di usare il suo logo. La cosa li ha entusiasmati e vorrebbero usare l'immagine nella campagna pubblicitaria prevista per il periodo natalizio della Transporter 1, anche conosciuta come Caravel.
Anche Twigg appare nel film.
Altri partner sono Nickelodeon, fortissimo negli Stati Uniti, Dippin’ Dots gelati, Scholastic, da un programma educativo, Kid Cuisine, il principale produttore di alimenti per l'infanzia degli Stati Uniti, venduti in oltre 40.000 negozi. In Germania abbiamo Kuchen Meister, che produce deliziose brioche, il ketchup Heinz Tomato e stiamo facendo sempre di più. In Spagna stiamo trattando con un gran numero di partner e stiamo concludendo tantissimi accordi.

Si stanno creando sinergie tra il film e il mondo dei videogame?
Sì, Ilion fa parte del gruppo Pyro Studios, da cui ha preso il talento (il personale proviene da Pyro Studio) e l'abilità nel lavorare con le potenzialità del 3D Max, che nessun altro studio di animazione utilizza. Circa l'80% di tutte le tecnologie usate agli Ilion sono state applicate alle console realizzate da Pyro e al MMO, per PC sviluppato da Zed.
Per quanto riguarda le tecnologie che utilizziamo agli Ilion, abbiamo realizzato un centinaio di strumenti che generano automatismi, i cosiddetti e-tracker e e-manager, che sono essenzialmente dei database di strumenti e beni, che ci aiutano a controllare il piano di produzione e a sapere dove si trova ogni file in ogni fase della produzione.
Ci sono tanti altri automatismi: l'asset loader, che identifica lo stato di una sequenza e carica tutti gli elementi di cui l'artista ha bisogno; il layer manager, che fa la stessa cosa, ma con tutti i livelli di ogni sequenza e con tutto il sistema delle luci (come regolare le luci da riflettere su ciascuno degli oggetti). Abbiamo anche Mask Creator, uno strumento di animazione facciale sviluppato agli Ilion, che probabilmente al momento è il più potente al mondo e che ha richiesto anni ed anni di lavoro. Consiste nella possibilità di animare il volto dei personaggi di un'immagine con estrema facilità.
Poi abbiamo Cyclops, uno strumento di rendering proprietario, che diffonde l'illuminazione in maniera ottimale.
In quanto ai disegni e ai diritti, si instaurano molte sinergie. Abbiamo esportato 440 personaggi verso Zed e Pyro Studios, così come le location e gli ambienti, i veicoli, le icone del film, la colonna sonora (per la quale stiamo sistemando le questioni sui diritti, affinché possa essere utilizzata). Sarà poi possibile usare alcune sequenze del film sia per dei programmi per telefoni cellulari, sia per i videogame per console.
Nel settore marketing, ci sono sinergie e promozioni incrociate nel gruppo, ma la cosa cruciale è la questione dell'approvazione. L'intero processo di approvazione è caratterizzato da una grande agilità, perché ovviamente tutto è relativamente semplice, siamo tutti in sintonia e approviamo le cose facilmente. Abbiamo una strategia comune: tutti sappiamo dove sta andando Planet 51, qual è la sua missione, qual è la storia e quali sono i servizi di marketing, è pertanto indispensabile creare una base di dati comune.
Stiamo anche pensando di regalare un viaggio per permettere all'intera famiglia di visitare Cape Kennedy e Cape Canaveral, alla cui estrazione si può partecipare tramite SMS e Zed.

Come mai avete ingaggiato Dwayne «The Rock» Johnson?
Ora come ora, The Rock è forse uno dei più bravi attori di film per famiglie e per bambini, infatti ha presentato i Kids’ Choice Awards su Nickelodeon TV. Sul sito della Nickelodeon, che al momento è uno dei principali negli Stati Uniti, è stato nominato come l'attore preferito dai bambini, ma quando l'abbiamo scelto non lo sapevamo. Avevamo preso in considerazione diversi attori, incluso Ted Danson, perché assomiglia a Chuck, ma ovviamente l'età del target non era la stessa. Credo che abbiamo fatto bene e a dire la verità, non avevamo nemmeno pensato alla questione afro-americana. Penso che Dwayne sia stato la scelta migliore. Forse non sarà un grande attore, dato che viene dal wrestling, e per di più è stato aspramente criticato, ma nonostante ciò i bambini lo adorano, ha fatto film d'azione e film per famiglie, ed è conosciuto soprattutto per Il Re Scorpione.

Come pensate di gestire tutti i fan del film attraverso i vari canali e in particolare i social network?
Ci sono due possibilità di gestire la questione sui social network. Una tramite i distributori, attraverso i loro piani online, in quanto, alla fine dei conti, sono i nostri partner che fanno il marketing. Noi formalizziamo le strategie, ma ognuno di essi è responsabile del proprio marketing. E ciò non è affatto facile. Negli Usa, Sony si sta dando da fare sui social network e noi stiamo lavorando con loro. Nel caso della Spagna e del resto del mondo abbiamo Zed, che collaborerà con noi per la creazione del database e si occuperà di Facebook, Tuenti e altri, cercando di creare una certa coerenza all'interno dei social network, anche se si tratta di una cosa su cui ancora non abbiamo iniziato a lavorare, in quanto ci sono altre priorità. Comunque è una questione complessa e assolutamente necessaria.

La data di uscita del film coinciderà con il Giorno del Ringraziamento o con l'estate. Come mai avete scelto questo periodo?
Alla fine tutto è stato cambiato. La prima data che avevamo programmato era la primavera del 2009. Avevamo anche fatto un patto con New Line Cinema, ma Warner ha liquidato New Line e noi ci siamo ritrovati senza un distributore. C'è stata poi una serie di coincidenze. Primo, Sony non aveva un film potente. Secondo, Up e Mostri contro alieni non sarebbero usciti a Natale, e un altro film, ovvero Toy Story 4, era stato cancellato, così come molti atrii, per cui c'era posto per noi. Sony è stata la prima a dire: "Vogliamo il Giorno del Ringraziamento. Penalizzeremo i nostri film come Piovono polpette". Piovono polpette doveva infatti uscire in quello stesso periodo, ma alla fine è stato posticipato a settembre e hanno fatto uscire Planet 51. Sanno che l'afflusso ai botteghini sarà dieci volte maggiore. Diciamo che è stata una combinazione di fortuna e strategie.

Traduzione italiana: Stefania Micucci

 

in questo dossier

Newsletter

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01

Follow us on

facebook twitter rss