Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
Soleil battant (2017)
The Nothing Factory (2017)
Out (2017)
Corpo e anima (2017)
Il mio Godard (2017)
Thelma (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

email print share on facebook share on twitter share on google+

Rapporto industria: Green Film Shooting

Best practice per l’industria

di 

Best practice per l’industria

- Con l’introduzione della Green Shooting Card, Filmförderung Hamburg Schleswig-Holstein (FFHSH) ha creato un’etichetta verde come marchio di approvazione per le produzioni sostenibili e ha ricevuto feedback positivi dall’industria. Finora, diciassette film per la TV e lungometraggi, così come serie TV e cortometraggi, hanno ricevuto l’etichetta verde per metodi di produzione sostenibile verificata.

“Il numero dei produttori che vogliono produrre in modo sostenibile è maggiore di quanto ci aspettassimo”, afferma Eva Hubert, direttore esecutivo di Filmförderung Hamburg Schleswig-Holstein. Tra le produzioni sostenibili nella regione ricordiamo: la commedia di Michael Bully Herbig Buddy [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
; la commedia Bloß kein Stress di Lars Jessen; le serie Großstadtrevier e Der Landarzt; la co-produzione tedesco-danese Companion di Samanou A. Salstrøm e svariati film prodotti da studenti alla Hamburg Media School (HMS).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il direttore del FFHSH ha ricevuto feedback positivi dalla German Producers Alliance per l’introduzione della Green Shooting Card. Il produttore Sven Burgemeister ha anche fatto presente che “i produttori s’impegnano a girare film sostenibili”. Il produttore di lungometraggi Tom Zickler ha già fatto richiesta per il sostegno del FFHSH. Vuole che il suo prossimo lavoro, Honig im Kopf, sia prodotto in modo sostenibile. Con Til Schweiger alla regia e sua figlia Emma che reciterà nel film anche il comico veterano Dieter Hallervorden, nel ruolo del nonno affetto dal morbo di Alzheimer.

Molti produttori sono preoccupati del fatto che la produzione sostenibile comporta spese maggiori. “Bisogna investire più tempo nella pianificazione”, ammette Eva Hubert. Anche l’uso di luci LED a efficienza energetica e di auto ibride ha un costo. “Le organizzazioni che finanziano i film, per non parlare dell’intera industria, devono trovare delle soluzioni”, sottolinea il direttore del FFHSH, “proprio come stanno già facendo negli altri paesi”. Nel 2014, Filmförderung Hamburg Schleswig-Holstein offrirà seminari di Best Practice con dimostrazioni pratiche su come risparmiare denaro attraverso metodi di produzione sostenibile. “È facile da fare con una serie TV. Le produzioni teatrali di lungometraggi richiedono da parte nostra più attenzione sul tipo di misure da introdurre per creare incentivi per la produzione di lungometraggi sostenibili”.

I produttori possono già approfittare gratuitamente del calcolatore di CO2 per l’industria cinematografica ideato da nserve, partner del FFHSH. Hanseatische Materialverwaltung è un fornitore di servizi che ha intrapreso l’ambizioso progetto del riciclo delle attrezzature sceniche. Raccolgono gratuitamente il materiale non più in uso dalle produzioni cinematografiche e teatrali e lo mettono a disposizione in modo che possa essere riutilizzato da scuole, teatri, ecc. “Queste iniziative stanno avendo effetto”, afferma Eva Hubert. “Si vede dalla grande varietà di produzioni che hanno vinto una Green Shooting Card."

Newsletter

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01

Follow us on

facebook twitter rss