Thelma (2017)
Soleil battant (2017)
The Nothing Factory (2017)
Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
Out (2017)
Corpo e anima (2017)
Il mio Godard (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

email print share on facebook share on twitter share on google+

Rapporto industria: Focus: America del Nord

Telefilm crea un nuovo sistema di misurazione per il successo del cinema Canadese

di 

- Il vecchio sistema di valutazione di Telefilm si è rivelato inadatto a rispondere alle esigenze dei box office internazionali e delle vendite di DVD, per non parlare del fatto che non calcolasse il consenso favorevole che i film ricevevano. Tali onorificenze hanno creato le consolidate carriere e i numerosi ingaggi di alcuni attori e tecnici, nonostante non vi fossero indici ufficiali che li misurassero, afferma Carolle Brabant, direttore generale di Telefilm.

Per esempio, secondo il vecchio sistema di valutazione, la commedia del 2009 del Quebec dal titolo De père en flic – per il quale il box office locale ha quasi raggiunto gli 11 milioni di dollari – fu un evidente successo. Ma il film del 2010 Incendies potrebbe non risultare tale, avendo un box office di soli 5 milioni di dollari circa – nonostante sia stato nominato agli Oscar e abbia vinto otto Genie awards, tra cui quello per miglior film.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Di fatto, molti film canadesi sembrano non soddisfare le attese del vecchio sistema.

Dieci anni fa, l’allora Ministro dei Beni Culturali Sheila Copps stabilì come obiettivo per i film il raggiungimento del 5% del box office nazionale – un tentativo di ridar vita alla decadente industria cinematografica canadese. Ma, tenendo in considerazione il numero di film hollywoodiani che invadono i multisala di tutto il Canada, i film canadesi di lingua inglese guadagnavano solo l’1% del mercato, se non meno. I film del Quebec erano leggermente più competitivi, con un 3%.

Mentre film canadesi, come Blindness del 2008, ottengono un buon riscontro oltreoceano o nelle vendite di DVD e di video on-demand, questi elementi di valutazione non vengono considerati al momento di misurare il “successo” di questi film.

Ecco che mercoledì, Telefilm ha annunciato un nuovo Indice di Successo. Adesso, il 60% del punteggio di un film si basa sulle cifre di vendita, il 30% su premi e apparizioni nei festival, e il 10% sulla quantità di finanziamenti privati, in contrasto con quelli pubblici, che un film riceve.

“Il principio per il quale combiniamo l’aspetto culturale a quello commerciale nella creazione dell’indice, è relativamente unico” afferma Brabant.

“Il regista Guy Maddin ne è un buon esempio,” aggiunge. “È una vera e propria star internazionale. Il suo lavoro è riconosciuto in tutto il mondo. Ma i suoi film non raggiungono necessariamente un box office consistente in Canada.”

E per quanto riguarda i film con ottime vendite di DVD oltreoceano, Brabant ritiene che il nuovo indice rifletta meglio la realtà attuale dell’aspetto commerciale dei film, e contribuisca a determinare la vera composizione di quel 5% di box office nazionale posto come obiettivo.

L’industria è oggi multinazionale. La maggior parte dei grandi film riceve supporto straniero e pertanto posseggono sufficienti aspettative di box office e vendite di DVD oltreoceano.

“La nostra opinione è che il raggiungimento di quel 5% sia un importante strumento”, dice Brabant. “Mantenere il box office come unica unità di misura non era sufficiente.”

Il nuovo Indice di Successo non solo cambia il metodo di misurazione di film individuali, ma anche la percezione della stessa Telefilm. Avranno avuto una buona idea nel calcolare i fondi pubblici dei film?

“Ciò che mi ha sempre colpito, e potrebbe derivare dalla mia formazione in qualità di commercialista, è l’unicità nel misurare il successo in questa industria solo in base a quanto si realizza in Canada” afferma Brabant. “Se pensiamo ad altre industrie – Bombardier o Cirque du Soleil, per esempio – queste società non sono famose solo in Canada, ma sono un vero successo in tutto il mondo. Penso che questo fosse ciò che mancava nelle valutazioni di Telefilm.”

Newsletter

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01

Follow us on

facebook twitter rss