Scegli la lingua en | es | fr | it

Intervista: Radu Jude • Regista

email print share on facebook share on twitter share on google+

"Un film che fa rivivere il passato deve anche discutere dell'aspetto rappresentativo del cinema"

di 

- Vincitore del Premio Speciale della Giuria al Festival di Locarno di quest'anno, Scarred Hearts di Radu Jude uscirà il 18 novembre in Romania

Intervista: Radu Jude  • Regista
(© Festival del film Locarno / Marco Abram)

A quasi due anni dalla vittoria dell'Orso d'Argento alla Miglior Regia alla Berlinale con Aferim! [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Radu Jude
scheda film
]
, Radu Jude esplora ancora una volta un periodo raramente presente nel paesaggio del cinema rumeno: gli anni '30, visti in Scarred Hearts [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Radu Jude
scheda film
]
attraverso gli occhi di un giovane ebreo che soffre di tubercolosi ossea. Ecco cos'ha detto il regista in merito alla portata e all'approccio del film.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

Cineuropa: Cosa l'ha convinta ad adattare l'opera letteraria di Max Blecher?
Radu Jude: È stato un processo lungo. Ho scoperto Max Blecher al liceo e sono tornato da lui quattro anni fa, quando il mio amico Dan Nicolaescu della libreria Anthony Frost mi ha dato l'idea di adattare Scarred Hearts. Solo quando ho letto gli altri suoi libri ho capito che potevo fare un film basato sulla sua opera letteraria, dalla quale ho cercato di tenere alcune narrazioni e idee, alcuni dialoghi e immagini. Inoltre, vista dal presente la fine degli anni '30 in Romania è un periodo che merita di essere esplorato. Il mio film lo utilizza solo come sfondo per la storia, ma è uno sfondo essenziale. In breve, il film può essere descritto come Scarred Hearts di Max Blecher incontra ‘The ‘30s. The Romanian Far-Right’ di Z. Ornea (nota - un'analisi storica dell'alba dell'estremismo politico in Romania). Quanto a ciò che mi ha attirato verso l'opera di Blecher: un punto di vista molto speciale sulla vita, una particolare sensibilità, la poesia. Mi ha impressionato il coraggio, la dignità e la mancanza di sentimentalismo con cui ha affrontato la sua agonia.

Lei è uno dei pochi registi in Romania che intende scoprire nuovi talenti. Come ha trovato Lucian Teodor Rus e cosa l'ha convinta ad offrirgli la prima parte importante della sua carriera?
Abbiamo organizzato un casting vecchio stile e ho scelto Lucian perché l'ho trovato molto adatto a quello che avevo in mente. Niente di spettacolare questa volta, purtroppo.

La recensione di Cineuropa definisce Scarred Hearts "un invito a provare compassione". Si aspetta questa reazione da parte del pubblico?
Per me il film è soprattutto un mezzo tramite cui posso proporre e discutere le idee. Ciò non esclude la "compassione" di cui parla, o altri sentimenti, ma non li considero essenziali. Gli spettatori sono liberi di reagire come vogliono al film.

Quali crede che siano i principali vantaggi del film storico come genere? Forse la rivelazione di fatti storici sconosciuti o poco noti?
Non ho idea se il cinema sia il mezzo migliore per rivelare fatti storici sconosciuti, questo è un aspetto che non mi interessa molto. Tanto più che non sono uno storico. Del resto, non so davvero cosa si intenda per film storico. Se parliamo di film che trattano il passato, allora la gamma di possibilità è gigantesca, dalle produzioni di Hollywood ai film diretti da Jean-Marie Straub e Danielle Huillet, dai programmi televisivi come Rome a The Autobiography of Nicolae Ceauşescu [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Andrei Ujică, per non parlare della lista infinita di film di propaganda di tutti i tipi. Penso che un film che fa rivivere il passato debba anche discutere dell'aspetto rappresentativo del cinema. Ecco il principale problema che gli storici devono affrontare, poiché l'accesso a un tempo passato è possibile solo attraverso varie rappresentazioni.

Nel suo prossimo film andrà nell'Odessa del 1941, quando l'esercito rumeno giustiziò migliaia di ebrei civili. Qual è la sfida principale del progetto?
Esattamente ciò che ho appena detto. Oltre a questo, il film metterà in discussione il relativismo epistemologico e il rapporto tra arte e storia, l'utilità dell'arte politica. Almeno queste sono le mie intenzioni ora. Non ho idea di quante diventeranno realtà.

(Tradotto dall'inglese)

photogallery

titolo internazionale: Scarred Hearts
titolo originale: Inimi cicatrizate
paese: Romania, Germania
rivenditore estero: Beta Cinema, Still Moving
anno: 2016
regia: Radu Jude
sceneggiatura: Radu Jude
cast: Lucian Teodor Rus, Ivana Mladenović, Damian Marius, Gabriel Spahiu, Ilinca Harnut, Şerban Pavlu, Marian Olteanu, Alexandru Dabija, Dana Voicu, Bogdan Cotlet, Alexandru Bogdan, Adina Cristescu, Sarra Tsorakidis, Larisa Crunțeanu

premi/partecipazioni principali

Festival del film Locarno 2016

Concorso internazionale
Sarajevo Film Festival 2016 
Busan International Film Festival 2016 
Warsaw Film Festival 2016 
cinando

Follow us on

facebook twitter rss

Newsletter

Seneca's Day Lithuania
Home Sweet Home