Dopo l'amore (2016)
Belle Dormant (2016)
Miséricorde (2016)
La comune (2016)
Sámi Blood (2016)
Grave (2016)
Lady Macbeth (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

"La sfida della mia vita è fare una buona commedia"

email print share on facebook share on twitter share on google+

María Ripoll • Regista

di 

- La regista spagnola María Ripoll si dà al romanticismo, all'azione e alla multiculturalità Ahora o nunca

María Ripoll  • Regista

La regista barcellonese María Ripoll si dà al romanticismo, all'azione e alla multiculturalità in Ahora o nunca [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: María Ripoll
scheda film
]
, con Dani Rovira e María Valverde. Cineuropa l'ha incontrata.

Cineuropa: Ha sentito l'esigenza di girare qualcosa di più leggero dopo il dramma Rastros de sándalo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
?
María Ripoll: Sì, perché anche se le storie sono drammatiche mi piace strappare un sorriso. Ahora o nunca è una commedia, ma ciò che vivono i suoi protagonisti è drammatico. Anche se è più difficile far ridere che piangere, girare una buona commedia è la sfida della mia vita. Con questo film si ride, si piange e ci si diverte. Mi interessa anche lo scambio e la fusione tra culture: gli spagnoli in Europa, la Bombay del mio film precedente... Ho sempre in mente la multiculturalità. Questa è la mia prima commedia girata al 100% in Spagna: per Lluvia en los zapatos o Tortilla soup ho persino lavorato con attori anglosassoni, perché hanno una naturalezza che qui non trovavo; ora le cose sono cambiate e gli spagnoli sono molto disposti a rendere commedia un dramma.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Dove sta questo cambiamento?
La commedia è sempre stata un genere secondario: non è mai stata rispettata dalle istituzioni, dai festival, dai loro giurati... finalmente l'Accademia del Cinema Europeo ha istituito un premio per le commedie, quindi si comincia ad apprezzare, è stato dimostrato anche che viene più gradita dal pubblico e la mia motivazione principale per girare Ahora o nunca è stata: il mondo odierno è assai complicato per molte persone, fare una commedia è un dovere del regista, affinché il pubblico dimentichi i problemi e si diverta, come è successo con Spanish Affair [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
.

Torna a lavorare col produttore Francisco Ramos: è la vostra terza collaborazione...
È intuitivo e sa che cosa funziona. Mi ha presentato Dani Rovira, prima che recitasse in Spanish Affair. Paco aveva fiutato che avrebbe avuto successo: Dani è un attore da commedia, da film d'azione e sa trasmettere emozioni. È un gentleman autentico e vero: la gente si identifica molto con lui, è familiare. E María Valverde è naturale e delicata, e non aveva mai fatto commedie prima.

Come si riesce a mantenere il tono comico con una sceneggiatura così varia?
Questo è il film più difficile della mia vita, per numero di location e attori. Abbiamo dovuto ricreare in interni quattro aeroporti: tre nella Feria de Barcelona e quello di Amsterdam in un cantiere navale... tutto in una settimana. Ogni giorno era più difficile di quello precedente. L'Inghilterra è stata ricreata qui, in un villaggio catalano, che ha quattro case inglesi: quella più adatta, per il suo enorme giardino, era orribile dentro e l'abbiamo rivoluzionata. Prima pensavamo di andare in Asturias, ma costava di più spostare la troupe che trasformare la casa. Sono state sette settimane di riprese in totale e ho finito il film 15 giorni fa: ho lavorato tutti i giorni per 18 ore da settembre 2014, perché, poiché il film ha tre trame, il montaggio è stato un rompicapo brutale.

Quali sono i segreti per una buona commedia romantica?
Ho tirato acqua al mio mulino: noi donne sappiamo parlare delle emozioni senza troppa enfasi sulle cose stucchevoli, e questo film ha dei momenti molto crudi. La gente si identificherà con le ragazze o i ragazzi, o con coloro che sono sul bus. La grande differenza sta nel raccontare i fatti con un sorriso, senza sciupare la gag e senza dimenticare l'amore, che muove il mondo.

Per il suo prossimo progetto... sarà sempre in modalità commedia?
Sì, mi sento a mio agio nel genere: è un adattamento di No culpes al karma de lo que te pasa por gilipollas [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, romanzo fantastico di Laura Norton. Stiamo lavorando alla sceneggiatura. Sarà girato tra Madrid e Hong Kong: viaggiare, attraverso il cinema, verso altre culture è la mia ossessione. Il mondo è grande e dobbiamo aprirci: possiamo imparare di tutto.

(Tradotto dallo spagnolo)

Leggi anche

Newsletter

courgette oscar shortlist

Follow us on

facebook twitter rss

suspi_2016_web300x250