Quello che so di lei (2017)
Bigfoot Junior (2017)
The Party (2017)
Western (2017)
Que Dios nos perdone (2016)
L'altro volto della speranza (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

"La sfida della mia vita è fare una buona commedia"

email print share on facebook share on twitter share on google+

María Ripoll • Regista

di 

- La regista spagnola María Ripoll si dà al romanticismo, all'azione e alla multiculturalità Ahora o nunca

María Ripoll  • Regista

La regista barcellonese María Ripoll si dà al romanticismo, all'azione e alla multiculturalità in Ahora o nunca [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: María Ripoll
scheda film
]
, con Dani Rovira e María Valverde. Cineuropa l'ha incontrata.

Cineuropa: Ha sentito l'esigenza di girare qualcosa di più leggero dopo il dramma Rastros de sándalo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
?
María Ripoll: Sì, perché anche se le storie sono drammatiche mi piace strappare un sorriso. Ahora o nunca è una commedia, ma ciò che vivono i suoi protagonisti è drammatico. Anche se è più difficile far ridere che piangere, girare una buona commedia è la sfida della mia vita. Con questo film si ride, si piange e ci si diverte. Mi interessa anche lo scambio e la fusione tra culture: gli spagnoli in Europa, la Bombay del mio film precedente... Ho sempre in mente la multiculturalità. Questa è la mia prima commedia girata al 100% in Spagna: per Lluvia en los zapatos o Tortilla soup ho persino lavorato con attori anglosassoni, perché hanno una naturalezza che qui non trovavo; ora le cose sono cambiate e gli spagnoli sono molto disposti a rendere commedia un dramma.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Dove sta questo cambiamento?
La commedia è sempre stata un genere secondario: non è mai stata rispettata dalle istituzioni, dai festival, dai loro giurati... finalmente l'Accademia del Cinema Europeo ha istituito un premio per le commedie, quindi si comincia ad apprezzare, è stato dimostrato anche che viene più gradita dal pubblico e la mia motivazione principale per girare Ahora o nunca è stata: il mondo odierno è assai complicato per molte persone, fare una commedia è un dovere del regista, affinché il pubblico dimentichi i problemi e si diverta, come è successo con Spanish Affair [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
.

Torna a lavorare col produttore Francisco Ramos: è la vostra terza collaborazione...
È intuitivo e sa che cosa funziona. Mi ha presentato Dani Rovira, prima che recitasse in Spanish Affair. Paco aveva fiutato che avrebbe avuto successo: Dani è un attore da commedia, da film d'azione e sa trasmettere emozioni. È un gentleman autentico e vero: la gente si identifica molto con lui, è familiare. E María Valverde è naturale e delicata, e non aveva mai fatto commedie prima.

Come si riesce a mantenere il tono comico con una sceneggiatura così varia?
Questo è il film più difficile della mia vita, per numero di location e attori. Abbiamo dovuto ricreare in interni quattro aeroporti: tre nella Feria de Barcelona e quello di Amsterdam in un cantiere navale... tutto in una settimana. Ogni giorno era più difficile di quello precedente. L'Inghilterra è stata ricreata qui, in un villaggio catalano, che ha quattro case inglesi: quella più adatta, per il suo enorme giardino, era orribile dentro e l'abbiamo rivoluzionata. Prima pensavamo di andare in Asturias, ma costava di più spostare la troupe che trasformare la casa. Sono state sette settimane di riprese in totale e ho finito il film 15 giorni fa: ho lavorato tutti i giorni per 18 ore da settembre 2014, perché, poiché il film ha tre trame, il montaggio è stato un rompicapo brutale.

Quali sono i segreti per una buona commedia romantica?
Ho tirato acqua al mio mulino: noi donne sappiamo parlare delle emozioni senza troppa enfasi sulle cose stucchevoli, e questo film ha dei momenti molto crudi. La gente si identificherà con le ragazze o i ragazzi, o con coloro che sono sul bus. La grande differenza sta nel raccontare i fatti con un sorriso, senza sciupare la gag e senza dimenticare l'amore, che muove il mondo.

Per il suo prossimo progetto... sarà sempre in modalità commedia?
Sì, mi sento a mio agio nel genere: è un adattamento di No culpes al karma de lo que te pasa por gilipollas [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, romanzo fantastico di Laura Norton. Stiamo lavorando alla sceneggiatura. Sarà girato tra Madrid e Hong Kong: viaggiare, attraverso il cinema, verso altre culture è la mia ossessione. Il mondo è grande e dobbiamo aprirci: possiamo imparare di tutto.

(Tradotto dallo spagnolo)

Leggi anche

Newsletter

DPC
WBImages Locarno
Swiss Locarno

Follow us on

facebook twitter rss