A Gentle Creature (2017)
120 battements par minute (2017)
Western (2017)
Scary Mother (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
The Erlprince (2016)
Grain (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

"Quando ho iniziato c'erano poche possibilità di imparare l'animazione"

email print share on facebook share on twitter share on google+

AnsgarNiehbuhr • Regista

di 

- L'animazione è la passione di Ansgar Niehbuhr fin da ragazzino. Ha parlato di questo e del suo nuovo progetto Conni in un'intervista con German Films

AnsgarNiehbuhr  • Regista

"Sono appassionato di cinema e animazione fin da ragazzino", dice Ansgar Niehbuhr. "Ho girato Lo Squalo 4 utilizzando squali di gomma tenuti da fili e una macchina da presa di 8 millimetri! Ma quando ho iniziato c'erano poche possibilità di imparare l'animazione in una formazione classica, quindi sono stato molto fortunato a entrare a far parte di Trickompany, uno studio di animazione di Amburgo. Ho lavorato alla scena dell'incubo di Hayo Freitag per il film d'animazione Felidae, tratto dal romanzo di Akif Pirici. In seguito ho lavorato a Karlsson on the Roof di Astrid Lindgren e molti altri".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Per Niebuhr, che ora ha 47 anni, "i personaggi hanno bisogno di sentimenti e stati d'animo così come di movimento. Devono agire e mostrare emozioni, cosa non facile, poiché la produzione in Europa tende a distribuirsi su più luoghi e studi; è importante tenere traccia della narrazione e dell'aspetto visivo".

Niebuhr, che ha appena iniziato a dirigere il film Conni, ha "messo insieme più elementi in modo che funzioni a vari livelli: abbiamo una grande sceneggiatura e splendidi personaggi, questi sono gli elementi più importanti".

Grande ammiratore di Pixar e Disney, Niebuhr sottolinea come la migliore animazione possa "funzionare meglio rispetto agli attuali successi live-action, perché questi ultimi tendono ad essere troppo stereotipati. Basta guardare Zootropolis: è sia intelligente che divertente!

Per i tedeschi e gli europei la firma narrativa è più poetica che inserire movimenti pesanti tutto il tempo, come nei blockbuster: non c'è nessuna esplosione emotiva ogni tre scene. E noi, da registi europei, stiamo ancora crescendo: ci sono grandi cose provenienti dall'Irlanda e dalla Francia in questo momento".

Con molti meno soldi rispetto ai produttori statunitensi, "finanziamo attraverso sovvenzioni e co-produzioni", spiega Niebuhr. "Mettiamo insieme le nostre competenze e punti di forza, perché non possiamo riscrivere sceneggiature all'infinito o svilupparle da zero. Se si ha una proprietà conosciuta diventa più facile il finanziamento, come con Princess Lillifee [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
o Max and Moritz, ma vorrei che i film per famiglie riuscissero a raggiungere quest'indipendenza un giorno. Mai dire mai!".

Per Niebuhr, la situazione ideale sarebbe "avere un fondo di sviluppo proprio e produttori e registi disposti a fare il grande passo; sono sicuro che ci arriveremo. C'è una tale ricchezza di materiale meraviglioso, come le fiabe. Gli irlandesi hanno la loro mitologia, gli Stati Uniti si divertivano con le fiabe, come in Shrek. I cechi hanno anche rivisitato il loro passato. Il materiale europeo è un campo molto ampio e ricco e possiamo trarne il meglio. L'animazione più brillante di oggi proviene dagli Stati Uniti, ma abbiamo un grande potenziale nelle nostre storie".

(Tradotto dall'inglese)

Newsletter

Sarajevo Report
Locarno Report
Midpoint TV/Feature

Follow us on

facebook twitter rss