Les Gardiennes (2017)
The Square (2017)
Loving Vincent (2016)
Beauty and the Dogs (2017)
L'insulto (2017)
Makala (2017)
Winter Brothers (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

FESTIVAL Francia

email print share on facebook share on twitter share on google+

Sostenibilità davanti e dietro la macchina da presa

di 

- La terza edizione dei Deauville Green Award ha presentato produzioni a tema ecologico

Sostenibilità davanti e dietro la macchina da presa
(sx-dx) I direttori del Festival François Morgant, Georges Pessis e Jean-Charles Pentecouteau

Energie rinnovabili, agricoltura sostenibile, tecnologie innovative, mobilità clima-neutrale e modelli di business verde hanno giocato un ruolo importante in 250 documentari, produzioni per la tv e altri progetti alla terza edizione dei Deauville Green Award. Per tre giorni, filmmaker, produttori, rappresentanti di iniziative green, compagnie e finanziatori si sono incontrati nella località costiera francese per discutere di approcci e concetti sostenibili.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

“Parlarne è importante, serve ad aprire delle porte”, ha commentato il direttore dell’evento Georges Pessis, responsabile della selezione dei film e della giuria, oltre che delle tavole rotonde. In tre sale del Multiplex Le Morny, sono stati presentati film sull’ecologia in 14 categorie. Il festival green fondato da Pessis, Jean-Charles Pentecouteau e François Morgant insieme all’organizzazione Un Ecran pour la Planète ha ricevuto feedback positivi: rispetto allo scorso anno, il numero di contributi è salito del 30%.

Ecologia e sostenibilità sono temi importanti nella produzione cinematografica, come ha sottolineato Christiane Scholz, responsabile del Film Commission del Filmförderung Hamburg Schleswig-Holstein. La Green Shooting Card per la produzioni sostenibili è stata rilasciata intanto a 25 produzioni cine-televisive da tutta la Germania. Con una guida alle buone pratiche, spot e seminari sulla sostenibilità, Joanna Gallardo dell’organizzazione francese Ecoprod cerca di ispirare le produzioni cinematografiche ad abbassare le emissioni di gas con misure come catering con prodotti locali, riciclaggio ed energia solare.

La valutazione di Michael Geidel della Green Film Initiative di Potsdam dice che è ormai solo questione di tempo: i requisiti di sostenibilità faranno presto parte delle leggi sul cinema. “è meglio essere preparati”, ha detto Geidel, che ha presentato il film d’azione 3D Call Her Lotte di Annekathrin Wetzel, che si ispira alla vita di Charlotte Knobloch, prodotto nella maniera più sostenibile possibile. “Ogni cambiamento rappresenta qualcosa su cui investire, e l’unico modo è adottarlo. Sulla lunga distanza, adottando queste misure risparmierai denaro, ed è proprio quello che ti interessa fare”.

(Tradotto dall'inglese)

EFA
Bridging_the_dragon_Home
ArteKino
 

ultime notizie

 

altre news

Newsletter

Follow us on

facebook twitter rss